Anche allo United si viola il lockdown: Wan-Bissaka e Fosu-Mensah…espulsi dal campo di una scuola privata!

Le squadre di Premier League, in attesa di capire se e quando si ricomincerà a giocare, non possono allenarsi neanche a gruppi come invece è permesso in altri paesi. E se Mou si è fatto pizzicare al parco assieme ad alcuni dei suoi giocatori, una disavventura simile è appena capitata a due calciatori del Manchester United.

di Redazione Il Posticipo

Il Regno Unito non se la sta passando benissimo per l’epidemia di coronavirus e le misure di controllo, anche per quello che riguarda il calcio, non sono ancora state allentate. Ne consegue che le squadre di Premier League, in attesa di capire se e quando si ricomincerà a giocare, non possono allenarsi neanche a gruppi come invece è permesso in altri paesi, Italia compresa. Questo però non è stato troppo chiaro nel corso delle settimane, considerando che Mourinho si è fatto pizzicare al parco assieme ad alcuni dei suoi giocatori. E una disavventura simile è appena capitata a due calciatori del Manchester United.

COLLEGE – Come riporta il Sun, Aaron Wan-Bissaka e Timothy Fosu-Mensah sono stati beccati mentre si allenavano assieme sul campo di una scuola privata. I due Red Devils stavano facendo esercizi di riscaldamento al Saint Ambrose College nel Cheshire, quando sono stati…espulsi dalla security dell’istituto perchè il loro comportamento violava le regole di distanziamento sociale imposte dal governo britannico. Oltremanica sarà infatti possibile vedere qualcuno che non vive nella stessa struttura solamente a partire dalla giornata di mercoledì. Di conseguenza, i calciatori non potevano organizzarsi per un allenamento in compagnia, anche se hanno fatto attenzione a non avvicinarsi troppo l’uno all’altro.

NIENTE DATA – Rimproveri a parte, una strana disavventura per i due. Non certo al livello delle continue violazioni da parte di Kyle Walker, ma una storia che fa il paio con quella degli allenamenti bucolici del Tottenham o con la partitella al parco tra amici che ha visto protagonisti i giovani talenti Rice (West Ham) e Mount (Chelsea). Da quelle parti, insomma, c’è voglia di tornare a dare calci al pallone e a scendere in campo. Una voglia che la Premier League ha tutta l’intenzione di assecondare, una volta che la situazione nel paese migliorerà. Da mercoledì, comunque, i compagni di squadra potranno vedersi di nuovo. Privatamente, però, perchè non c’è ancora una data per la ripresa ufficiale degli allenamenti. E chissà quanti parchi verranno presi d’assalto!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy