Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ancelotti scalda il Clasico: “Paura? Non ne ho, ma è sano averne altrimenti scambi un gatto con un leone…”

BARCELONA, SPAIN - OCTOBER 03: Carlo Ancelotti, Head Coach of Real Madrid looks on prior to the La Liga Santander match between RCD Espanyol and Real Madrid CF at RCDE Stadium on October 03, 2021 in Barcelona, Spain. (Photo by David Ramos/Getty Images)

Il tecnico del Real Madrid torna a respirare l'atmosfera della supersfida, senza Messi e Ronaldo ma comunque affascinante e carica di emozioni.

Redazione Il Posticipo

Carlo Ancelotti scalda il Clasico. Il tecnico del Real Madrid torna a respirare l'atmosfera della supersfida, senza Messi e Ronaldo ma comunque affascinante e carica di emozioni. Sarà importante gestirle, come spiega l'allenatore italiano in conferenza stampa. Le sue parole sono riprese da AS.

CLASICO - Una partita speciale. Anche se con interpreti diversi. "Barça-Madrid è e rimarrà sempre una partita speciale. L'ho già vista senza Cristiano, Ramos e Messi. E le sensazioni non cambiano. Non dobbiamo pensare al singolo, ma alle squadre. I giocatori appartengono a un contesto di attualità, ma due realtà come Barcellona e Real Madrid esisteranno sempre e a prescindere dai calciatori. Personalmente, sono soddisfatto della rosa che ho a disposizione. E i nostri avversari, anche senza Messi, mantengono una precisa identità. Amano giocare a calcio e ci riescono anche piuttosto bene, con caratteristiche diverse".

EMOZIONI - Sarà fondamentale gestire sensazioni ed emozioni durante il match. Fra l'altro Ancelotti è ancora a caccia della sua prima vittoria al Camp Nou. "Si gioca una partita come può essere Milan-Inter o Chelsea-Tottenham. In campo c'è qualità ma anche tantissima rivalità. Quella che rende tutti vogliosi di esserne protagonisti. Non ho mai vinto a Barcellona, prima o poi capiterà di tornare a casa con i tre punti anche se si tratta di una sfida importante ma non decisiva. Vincere il Clasico è importante, ma servono punti con tutti per portare a casa il campionato".

BARCELONA, SPAIN - OCTOBER 03: Carlo Ancelotti, Head Coach of Real Madrid looks on prior to the La Liga Santander match between RCD Espanyol and Real Madrid CF at RCDE Stadium on October 03, 2021 in Barcelona, Spain. (Photo by David Ramos/Getty Images)

PAURA - Il Camp Nou con larghi vuoti fa meno paura. Ancelotti parla apertamente del suo rapporto con questo sentimento. "Capita spesso di averne. E credo sia un bene più che un male. Personalmente non riesco a provare paura prima di una partita perché ho affrontato di peggio nella vita ma di certo sono preoccupato. Ed è meglio così, altrimenti si affronta un leone pensando che sia un gatto. Ho una squadra forte, giocatori di qualità e siamo pronto a sfruttare quello che sa offrire il calcio. Il morale era basso dopo l'Espanyol ma abbiamo ritrovato fiducia. E adesso andiamo a giocarci con la stessa fiducia questa partita spettacolare".