calcio

Ancelotti risponde a Xavi: “Non giocare? Ognuno ha una opinione, poi c’è un protocollo e si rispetta”

Ancelotti risponde a Xavi: “Non giocare? Ognuno ha una opinione, poi c’è un protocollo e si rispetta” - immagine 1

Il tecnico del Real Madrid nella sua prima conferenza del 2022 risponde a Xavi, che ritiene giusto fermare la Liga, e parla anche delle prospettive legate all'immediato futuro senza sbilanciarsi troppo sul mercato.

Redazione Il Posticipo

Ancelotti a tutto campo. Il tecnico del Real Madrid nella sua prima conferenza del 2022 risponde a Xavi, che ritiene giusto fermare la Liga, e parla anche delle prospettive legate all'immediato futuro senza sbilanciarsi troppo sul mercato. Le sue dichiarazioni sono riprese dal Bernabeu digital.

XAVI - Xavi ritiene che la partita fra Barcellona e Maiorca non si debba giocare. Ancelotti rispetta il pensiero del collega ma ha altre opinioni. "Viviamo un momento molto particolare. Si tratta di una questione complicata. Rispetto tutti ma ci sono tante squadre interessate e c'è un protocollo. Siamo tutti liberi di avere una nostra opinione, ma dobbiamo rispettare le norme. Credo che qualsiasi tipo di decisione legata allo stop debbe essere conforme al protocollo. Oppure ne serve un'alta. Personalmente ritengo che in questo momento la pandemia sia abbastanza sotto controllo. Non sono un medico, ma ascolto tanti scienziati che lo dicono, e penso che dobbiamo continuare. Vinicius è andato in vacanza ed ha contratto il virus come molti altri, non è questione di professionalità. Resta il fatto che comunque i calciatori, avendo tantissimi seguaci,debbano dare il buon esempio di comportamento".

Ancelotti risponde a Xavi: “Non giocare? Ognuno ha una opinione, poi c’è un protocollo e si rispetta” - immagine 1

PROSPETTIVE  - Si parla anche di mercato e prospettive future. Nel prossimo giugno vi saranno diversi movimenti in entrata e in uscita, possibile anche l'arrivo di Mbappé e di Haaland. O di entrambi. "Averli insieme sarebbe un vantaggio ma non esistono squadre imbattibili. In ogni caso non parlo di mercato. So che il futuro del Real Madrid è già scritto. Sarà allestita, come sempre, una squadra in grado di vincere in Spagna e in Europa. E sono convinto che si stia lavorando per questo obiettivo. Intanto pensiamo a raggiungere quelli di questa stagione. Vogliamo lottare per tutti i titoli. Ci aspetta un periodo molto interessante perché giochiamo di nuovo nella Liga, giochiamo la Copa del Rey, la Supercoppa. Personalmente sogno e inseguo sempre la vittoria. Vincere la Liga è un qualcosa che mi manca, sarei entusiasta qualora centrassimo l'obiettivo. Per quanto riguarda il mio futuro, vorrei sedermi in panchina al nuovo Bernabéu".