calcio

Ancelotti: “Reazione di carattere ma non possiamo toccare sempre il fondo per risalire. Rodrygo un po’ carico”

Ancelotti: “Reazione di carattere ma non possiamo toccare sempre il fondo per risalire. Rodrygo un po’ carico” - immagine 1
Il tecnico italiano ha perso le staffe prima con la squadra e poi con Rodrygo che ha faticato ad accettare il cambio dopo una partita non esattamente indimenticabile. Reazione ottenuta: il Real torna... immortale.

Redazione Il Posticipo

Il Madrid visto nel primo tempo a Villarreal sembrava quello di Riad e destinato ad essere affondato dal sottomarino giallo. Poi però Ancelotti ha preso in mano la partita, azzeccato i cambi ed ha ritrovato il suo Real che ha importato le qualità della Champions in Copa del Rey. Come in Europa, quando la squadra sembrava con un piede e tre dita fuori dalla competizione, anche in Spagna.  Il tecnico ha poi analizzato la sfida e spiegato le sue scelte, compreso il piccolo screzio con Rodrygo che non è sfuggito alle telecamere di TVE.  Il tecnico ne ha parlato in conferenza stampa. Le sue dichiarazioni sono riprese da Bernabeu Digital.

ARRABBIATO

—  

Difficile vedere Ancelotti arrabbiarsi, ma è successo. Il tecnico italiano ha perso le staffe prima con la squadra e poi con Rodrygo che ha faticato ad accettare il cambio dopo una partita non esattamente indimenticabile. "Sono sceso negli spogliatoi molto seccato perché non ho visto la cattiveria necessaria e troppi palloni persi. Continuando così saremmo stati eliminati. Ho chiesto ai calciatori di svegliarsi e la risposta è stata molto positiva. Questa squadra non si arrende mai ma non è possibile che si debba ogni volta toccare il fondo per reagire. Alla fine sono contento per la vittoria, è un segnale perché la squadra ha tirato fuori il carattere per cambiare il risultato e probabilmente anche i vostri articoli".

Ancelotti: “Reazione di carattere ma non possiamo toccare sempre il fondo per risalire. Rodrygo un po’ carico”- immagine 2

CASO CHIUSO

—  

Il tecnico ha poi chiuso il caso legato alle scelte e alla reazione di Rodrygo. La sostituzione  non è piaciuta al brasiliano che è stato rimproverato. " L'ho cambiato perché ho preferito non rischiare l'ho visto un po' troppo carico. Al momento della sostituzione non mi ha salutato, ma non è successo niente di grave. Gli ho semplicemente  detto di non dimenticarsi di salutare quando esce. Le dinamiche sono cambiate insieme ad Asensio e Ceballos. Il loro ingresso ci ha dato più energia, hanno cambiato le dinamiche e sono stati decisivi nella rimonta".