Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ancelotti pratico: “Mi prendo i tre punti. Se il Real impara a soffrire farà strada”

BARCELONA, SPAIN - OCTOBER 03: Carlo Ancelotti, Head Coach of Real Madrid looks on prior to the La Liga Santander match between RCD Espanyol and Real Madrid CF at RCDE Stadium on October 03, 2021 in Barcelona, Spain. (Photo by David Ramos/Getty Images)

Il Real Madrid molto più pratico che bello svolge il compito richiesto. Tre punti, qualificazione ipotecata.

Redazione Il Posticipo

Il Real Madrid molto più pratico che bello svolge il compito richiesto. Tre punti, qualificazione ipotecata. Per lo spettacolo, l'appuntamento è rimandato. Ancelotti, per questa volta, si prende una vittoria preziosissima contro lo Shakhtar che ha spaventato e non poco il Bernabeu. Le parole del tecnico sono riprese da Sky Sport. 

FELICE - Una vittoria che non passerà alla storia, se non per il millesimo gol in Champions siglato da Benzema ma il tecnico è ugualmente soddisfatto. "Mi prendo i tre punti. Sono nove , siamo vicini alla qualificazione del gruppo e non guardiamo il capello, abbiamo sofferto molto lo Shakhtar è una squadra che a volte ci ha fatto perdere la pazienza. Non abbiamo giocato una grande partita, ma abbiamo iniziato bene i due tempi e questo ci ha fruttato la vittoria. L'ho detto anche a De Zerbi, ce l'hai fatta sudare. Ci siamo sacrificati ma che una squadra come il Real si sacrifichi è un segnale molto positivo. La qualità c'è ma tante volte a questi livelli può mancare il sacrificio e la concentrazione perché ci si fida troppo della tecnica. Invece se questa squadra impara anche a soffrire si può andare avanti".

BARCELONA, SPAIN - OCTOBER 03: Carlo Ancelotti, Head Coach of Real Madrid looks on prior to the La Liga Santander match between RCD Espanyol and Real Madrid CF at RCDE Stadium on October 03, 2021 in Barcelona, Spain. (Photo by David Ramos/Getty Images)

BENZEMA - Alla fine è decisivo ancora una volta Benzema. Ancelotti ci scherza su. "Quel gol lo facevo anche io, gliel'ha messo Vinicius. La sua qualità è nel farsi trovare lì. La combinazione è stata fantastica, da cineteca. Ovviamente scherzo. Si tratta di un attaccante straordinario". E l'intesa con Vinicius cresce di partita in partita. "Il ragazzo rimane umile. Ha voglia di migliorare e imparare. Bravo ha qualità straordinaria nell'uno contro uno è il migliore di tutti ha una velocità impressionante ed adesso ha imparato a essere efficace negli assist e nelle conclusioni.  Sono legato sia al Milan che al Napoli, entrambe hanno fatto un cammino straordinario. Che vinca il migliore. La loro crescita però si lega al livello del campionato italiano che si è alzato notevolmente negli ultimi anni".