Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ancelotti…perseguitato da James Rodriguez: “Ce l’ho avuto al Real e al Bayern, mi ha seguito a Napoli come voce di mercato e adesso anche all’Everton!”

Carlo Ancelotti pensa al futuro e dopo la prima buona mezza stagione all'Everton non può non guardare al mercato. Ma ogni volta che ci sono in corso trattative spuntano fuori nomi di calciatori da lui già allenati in precedenza. Il tecnico di...

Redazione Il Posticipo

Carlo Ancelotti pensa al futuro e dopo la prima buona mezza stagione all'Everton non può non guardare al mercato. La società di Liverpool è parecchio ambiziosa, come dimostra l'ingaggio di un tecnico che in carriera ha vinto tutto quello che si poteva vincere. Ora però è tempo di cercare i giocatori adatti per rinforzare una rosa che soddisfa l'allenatore di Reggiolo, ma che come tutte è migliorabile. Dunque, largo alle voci di mercato. E come sempre, quando si parla di Ancelotti, è impossibile non menzionare James Rodriguez. Al punto che, come spiega lo stesso tecnico al Guardian, quasi si sente...perseguitato!

JAMES - Il colombiano, del resto, è un corpo estraneo al Real Madrid di Zidane e la sua volontà sembra essere quella di lasciare il Bernabeu per rimettersi in gioco altrove. Possibilmente con un allenatore che apprezzi le sue qualità. E sull'amore di Ancelotti per il numero 10 dei Cafeteros non ci sono dubbi, come conferma lo stesso Re Carlo. “Mi piace molto come calciatore. Quando ho lasciato Madrid, James Rodríguez mi ha seguito a Monaco di Baviera. Però mi ha seguito anche a Napoli, almeno come voce di mercato, e ora sta facendo lo stesso qui all'Everton". Eppure l'approdo di James a Goodison Park non è poi così probabile. "Sarò onesto, mi piace tantissimo, ma è un giocatore del Real Madrid. E credo che continuerà a esserlo".

SEGUITO - Le voci, però, non smetteranno fino a fine mercato, perchè con Ancelotti...funziona così. Del resto, sia Napoli che ancora prima, a Monaco di Baviera, ogni volta che c'erano in corso trattative spuntavano fuori nomi di calciatori da lui allenati al PSG o persino al Milan. Questo Carletto lo sa e...ci ride su. "Non importa che siano giovani o vecchi, che abbiano esperienza oppure no. L'importante è avere buoni giocatori. E i nomi che si fanno per il mercato dell'Everton sono gli stessi che facevano un anno fa quando ero al Napoli. Sono loro che mi seguono!". Visti i risultati che ha ottenuto in panchina in carriera...forse è anche normale che sia così.