Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ancelotti: “Oggi tutto è andato storto, ma la squadra non va giudicata per una partita”

L'Everton perde malissimo contro il Chelsea. Un poker servito che fa male. Ancelotti non va a caccia di scusanti, ma invita all'equilibrio.

Redazione Il Posticipo

L'Everton perde malissimo contro il Chelsea. Un poker servito che fa male. Ancelotti non va a caccia di scusanti. L'ex tecnico del Napoli analizza le pieghe della partita in conferenza stampa. Le sue parole sono riportate da Liverpool Echo.

MALE - Ancelotti non accampa scuse né cerca alibi. Everton mai in partita e in balia dell'avversario. "Una brutta prestazione. Oggi tutto è andato storto. Non è difficile giudicare questo partita. Non è stato un bel pomeriggio. Non siamo mai stati in gara.  Nelle altre partite ci è capitato di non vincere, ma siamo rimasti nel match fino alla fine della partita. Oggi non l'abbiamo fatto".

EUROPA - Sconfitto con Chelsea e Arsenal. L'Everton evidentemente non è ancora competitivo per l'altissima classifica. Una sola occasione da gol. E sprecata. "Lewin ha avuto una grande opportunità, ma penso che stia giocando davvero bene in questo periodo, quindi non c'è problema. Capita di sbagliare. Oggi non eravamo allo stesso livello del Chelsea, ma una settimana fa ce la siamo giocata alla pari con il Manchester United. Penso che siamo ancora competitivi per lottare per un posto in Europa, siamo ancora lì. Dobbiamo però cancellare al più presto questa partita. Dimenticarla. Abbiamo le qualità per tornare a certi livelli. Serve, però, uno spirito diverso: dobbiamo essere combattivi e propositivi in campo".

PRESTAZIONE - Ancelotti sottolinea l'importanza della prestazione. "Se si perde 1-0 o 4-0 è la stessa cosa, sono sempre zero punti in classifica. Non mi è piaciuto il modo di giocare. È stata una brutta partita, ma sono sicuro che questa squadra potrà presto mostrare un atteggiamento diverso. In ogni caso non possiamo giudicare la squadra per una partita, dobbiamo aspettare fino alla fine della stagione. Allora vedremo dove siamo, ma questo club vuole essere competitivo".