Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ancelotti: La squadra disperde troppe energie. Secondo tempo non buono”

Il tecnico dell'Everton fatica ad accettare una sconfitta maturata in pratica contro la primavera del Liverpool. Le sue parole in conferenza non lasciano molto spazio alle interpretazioni.

Redazione Il Posticipo

Carlo Ancelotti  si fa sentire. Il tecnico dell'Everton esce dalla solita routine post partita e parla con franchezza della sconfitta maturata, di fatto, contro la primavera del Liverpool. Il tecnico italiano, in conferenza stampa, lascia poco spazio alle interpretazioni. Le sue parole sono riprese dal Liverpool Echo.

PARLARE - In primis, Ancelotti, contrariamente alle sue abitudini, non aspetterà per parlare ai suoi: "Non è una mia abitudine parlare con i giocatori dopo la partita, ma ho intenzione di farlo. Il nostro secondo tempo non è stato affatto buono. Spero di poter migliorare la squadra in questi giorni prima della ripresa del campionato. Abbiamo avuto occasioni per sbloccare la partita, e non averlo fatto ha influito parecchio sulla prestazione nella seconda frazione. La squadra ha perso troppe energie. Il nostro gioco è così calato di intensità e non siamo stati capaci di creare altri pericoli".

GIOVANI - Le scelte di Klopp, anche inconsciamente, hanno sortito l'effetto di pensare che la partita fosse alla portata. "La formazione del Liverpool non ha cambiato la nostra idea di gioco. Sapevamo che i reds avrebbero messo in campo giocatori nuovi. Credo che la sconfitta sia figlia della nostra incapacità di mantenere alta la tensione per tutti i 90'. Non siamo stati in grado, specialmente nel secondo tempo, di mettere in campo ciò che avevamo pensato. Non siamo più stati capaci di ripartire costruendo rapidamente il gioco".

PAUSA - Prima di tornare in campo c'è un po' di tempo. Quanto basta anche per intervenire sul mercato. Ancelotti ritiene che ci saranno interventi. "Parleremo e lavoreremo insieme per trovare una soluzione per aiutare migliorare la squadra. Noi però dobbiamo comunque pensare a lavorare. Abbiamo tutta la settimana per preparare la squadra. In questo periodo abbiamo giocato solo partite e non ci siamo mai allenati praticamente. Poterlo fare ci permetterà di migliorare la qualità e avere più fiducia in noi stessi".