Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ancelotti: “Hazard non può giocare due partite di fila. Vinicius? Non sono un mago, bastava dargli fiducia”

(Photo by Fran Santiago/Getty Images)

Il tecnico italiano è riuscito laddove non erano arrivati i suoi predecessori.

Redazione Il Posticipo

Ancelotti ha già raccolto consensi e apprezzamenti a Madrid. Il tecnico italiano è riuscito laddove non erano arrivati i suoi predecessori. Trasformare Vinicius in un attaccante da potenziale doppia cifra a stagione. Il buongiorno si vede dal mattino. L'allenatore del Real ha parlato di questo e altro. Le sue parole sono riprese da AS.

MAGO - Vinicius stoccatore. Un colpo da maestro. Una intuizione alla... Ancelotti. "Non sono un mago, ma solo un allenatore che deve dare ai giocatori la fiducia che hanno bisogno per permettergli di esprimere le proprie qualità. A livello di gioco vedo un giocatore con capacità nell'uno contro uno impressionante.  Il ragazzo è molto giovane e l'unico modo che ha per fare la differenza è la qualità. Se si pensa a lui come uomo di carattere, personalità ed esperienza non è ancora pronto. Servirà del tempo. Non mi dimenticherei di Rodrygo. In lui vedo un attaccante molto completo, molto veloce, freddo sotto porta e che può giocare da entrambe le parti o al centro. È il presente e il futuro del Real Madrid".

ROSA - Ancelotti sta ruotando molto gli uomini, complici anche gli infortuni e le... scoperte. "Il rapido ambientamento di Camavinga mi ha assolutamente sorpreso. Lo conoscevo come giocatore, ma non avevo ancora potuto apprezzare la sua personalità. Casemiro ha una qualità difensiva difficilmente riscontrabile in altri calciatori. Non ne abbiamo altri  con le stesse caratteristiche. Spero che possa giocare ogni partita, altrimenti abbiamo per cambiare strategia Il doppio perno a centrocampo, in questo senso, è una soluzione. Anche Isco e Asensio avranno le loro opportunità. Ho parlato con loro, è importante spiegare quando e come si prendono le decisione. Le mie scelte sono sempre in funzione della squadra e non del singolo".

BALE - Fra le... "spine" della rosa Bale, nuovamente infortunatosi, e Hazard. "Non è un infortunio banale, anzi è piuttosto serio. Non sappiamo ancora con certezza i tempi di recupero, ma non saranno brevi. Dovremo aspettare qualche mese, Hazard non ha giocato perché aveva un piccolo fastidio al ginocchio. Vedremo come proseguirà. La sua condizione è sicuramente cresciuta, ma dobbiamo stare attenti a causa dei suoi infortuni in passato regalargli due partite di fila può essere difficile".