Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ancelotti: “Felice di riabbracciare Mourinho. A Liverpool sto benissimo, lavoro per vincere in futuro”

Il tecnico italiano parla di ambizioni e prospettive in vista della sfida con il Tottenham di Mourinho.

Redazione Il Posticipo

Everton-Tottenham vale un posto in Europa League e suscita curiosità anche per l'incontro fra Ancelotti e Mourinho. Il tecnico italiano ha ricambiato l'affetto dello Speclial One e ribadito la sua ferma volontà di aprire un ciclo a Liverpool. Le sue parole sono riportate da una intervista concessa a Sky Sports in cui Ancelotti ha eletto Liverpool casa sua. "Vivo a Crosby,  mi godo le passeggiate, le uscite in bicicletta. Ho trovato un posto davvero fantastico con una spiaggia molto bella e una splendida pista ciclabile. Adoro questo posto".

EVERTON - L'Everton era invischiato nella lotta per non retrocedere prima del suo arrivo. Poi Ancelotti lo ha portato a giocarsi l'Europa. "Lo spirito della squadra è buono. L'Europa League è il sogno. Non era neanche immaginabile qualche mese fa e ciò significa che raggiungerla sarebbe un risultato straordinario. Ci restano sei partite per scalare la classifica, ma da quando sono arrivato, la squadra sta andando bene. Ci siamo concentrati molto sulla fase difensiva, quindi, acquisite maggiori certezze, la squadra si è espressa meglio anche in attacco". Regina dei gol sui calci piazzati e gol di testa: "Conosciamo l'importanza dei gol su calci da fermo. Molte partire si decidono così e noi abbiamo dei fantastici colpitori di testa. Abbiamo sfruttato questa caratteristica lavorando solo in allenamento". 

PROSPETTIVE - La sfida con Mou vale moltissimo. "Il Tottenham, classifica alla mano è un nostro avversario diretto. Sarà difficile, ma dobbiamo provarci. Mourinho sa benissimo come preparare questo tipo di partite e sarò felice di abbracciarlo". Goodison Park è un fortino. "L'unica squadra che non ho battuto nella mia esperienza in Premier League è stata l'Everton. Lo stadio deve essere il nostro punto di forza anche un futuro, quando torneranno i nostri tifosi.  So benissimo che desiderano vincere trofei. Questo è il loro e nostro sogno. Quando vinci è bello anche  soprattutto per la gioia che regali ai tuoi tifosi".