Ancelotti: “Ci mancano giocatori e qualità, serviva più concentrazione”

L’Everton cade in casa del Newcastle: secondo ko consecutivo per il tecnico.

di Redazione Il Posticipo

Il solito Calvert – Lewin non basta. Ancelotti, secondo KO. Il suo Everton cade in casa del Newcastle che interpreta la partita con ferocia e determinazione diversa rispetto ai toffees che pagano anche le assenze. Ancelotti analizza la sfida ai microfoni della BBC e spiega cosa non sia andato per il verso giusto, nonché la scelta di utilizzare Olsen al posto di Pickford.

QUALITA’ – Alla squadra è mancata qualità. “Stiamo pagando le assenze di giocatori importanti. Quando non ci sono gli elementi che mancavano oggi, ci si deve adattare e giocare in modo diverso, magari mettendoci meno qualità ma maggiore concentrazione. Dobbiamo cercare di recuperare giocatori per le prossime partite”.

ERRORI – Sfida decisa anche da qualche errore in fase difensiva. “Possiamo difendere meglio. Dovevamo evitare il calcio di rigore, la sfida cambia completamente dopo l’1-0 per loro. Non è stata una buona prestazione, lo sapevamo.  La partita è stata difficile e complicata. Ci è mancata un po’ di qualità e abbiamo peccato anche di attenzione e concentrazione. Avevamo pensato di cogliere l’occasione, sfruttare l’episodio ma tutto si è complicato quando abbiamo concesso il calcio di rigore”.

PICKFORD – L’esclusione di Pickford ha fatto discutere. Per Ancelotti il turnover coinvolge tutti. Portieri compresi.  “Gli ho spiegato molto chiaramente che volevo dare l’opportunità a Robin di giocare. Non è complicato per me. Nella mia carriera sono abituato a far ruotare i portieri. È successo al Real Madrid, al Napoli, lo farò anche qui perché c’è la possibilità di ruotarli. Non sarà l’ultima volta. Olsen può giocare in Premier League, in coppa, è un portiere di cui tutti noi abbiamo fiducia, ma questo non significa che non ne abbiamo in Jordan. Tornerà presto”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy