Amici nemici: scintille fra Mourinho e Lampard in Carabao Cup

Dopo il gol del vantaggio del Chelsea, fra i due vecchi amici sono volate parole grosse

di Redazione Il Posticipo

Tottenham – Chelsea. Mou vs Lampard. Vecchi amici che diventano nemici sul campo. I due hanno condiviso spogliatoio e successi nel Chelsea, ma in una sfida a eliminazione diretta ha prevalso, come è logico e giusto che sia, la voglia di vincere. Il problema è che la foga agonistica ha spinto entrambi… oltre le righe, nel senso più pieno del termine.

WERNER – Tutto accade, secondo la ricostruzione del Sun,  pochi minuti dopo il gol di Werner. I blues passano in vantaggio e Mourinho inizia a innervosirsi. Esattamente come Lampard che alza ulteriormente il tono della voce per farsi sentire dai suoi. E forse, impedire che i giocatori del Tottenham possano udire chiaramente le istruzioni dello Special One. E così i due oltrepassano le rispettive linee che delimitano l’area tecnica e arrivano quasi al faccia a faccia.

VIS A VIS –  Secondo le fonti del tabloid insieme, chi era all’interno dello stadio, dove si può sentire tutto, non essendoci pubblico e con il vuoto dell’impianto che acuisce ogni suono, assicura che Mourinho si sia estremamente infastidito. Tutta colpa di Lampard, diventato molto più loquace nonché… urlante dopo il gol del vantaggio. E sembra che il tecnico degli Spurs non abbia risparmiato una battutaccia al suo collega ed ex giocatore. E si è arrivati persino alla ricostruzione del dialogo.

DIVISI –   “Maledetto diavolo d’un Frank, quando perdi 3-0 non ti alzi in piedi e arrivi sino a qui”. E ha poi aggiunto che il “ragazzo” si stesse comportando da “gobby” un modo poco carino per identificare chi parla a voce troppo alta o con atteggiamento supponente. Lampard si è avvicinato e la tensione si è immediatamente sciolta dopo che il quarto uomo li ha divisi. E così Lampard, dopo Klopp, si è fatto un altro amico. Di certo, il tecnico non ha paura di guardare negli occhi anche i colleghi più quotati. Per la cronaca gli spurs passano il turno ai calci di rigore.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy