Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ameal: “Inviterò Cavani a vedere una partita del Boca”

Il presidente del Boca ammette le difficoltà ad arrivare a Cavani, ma non gli nega la possibilità di vedere una partita alla Bombonera...

Redazione Il Posticipo

Il fascino irresistibile della Bombonera. Ameal prova a usare "armi" non convenzionali per convincere Cavani a trasferirsi al Boca. Come riportato dal quotidiano Olè il presidente del Boca pur ammettendo l'impossibilità della trattativa, non nega la possibilità di vedere una partita alla Bombonera.

VISITA - Il presidente del Boca ha ammesso che gli piacerebbe vedere Cavani in azul y oro ma ha anche ammesso che la trattativa sia davvero complicata. In primis, per l'ingaggio monstre del calciatore sudamericano, evidentemente fuori budget per le tasche del club: "Nessuno può discutere Cavani, ma il costo del calciatore non è in linea con quello del club". L'unica cosa possibile, al momento, è schiudergli le porte della Bombonera. "Inviterò Cavani al pubblico a guardare una partita di Boca"

RINFORZI - La speranza è che la "locura" possa convincere il centravanti uruguaiano ad abbassare le pretese, ma più realisticamente il presidente invita a ragionare su quanto è stato fatto di buono in questi ultimi mesi con la rosa a disposizione. E al netto della battuta su Cavani il mercato è fermo. "Credo che parlare di rinforzi quando non è uscito assolutamente nessuna voce ufficiale dal club sia una mancanza di rispetto per i giocatori che poche settimane fa si sono laureate campioni. Abbiamo sempre detto che ci saremmo occupati seriamente del mercato. E stiamo pensando di continuare a vincere cose con questi giocatori. Ecco perché insisto nel dire che parlare di rinforzi, in questo momento, non sia una cosa possibile e vera". L'unica certezza, dunque, è che Cavani è stato invitato a vedere una partita. Resta da capire se accetterà l'invito. E poi sarà la Bombonera a dover fare il resto. Al calciatore, fra l'altro, l'ipotesi Boca non dispiace. Anche se non è escluso che possa essere ulteriormente rimandata dopo un altro paio di anni in Europa.