Alvaro Gonzales torna a parlare di Neymar: “Non merita rispetto, mi ha detto che ha in un giorno quanto guadagno io in una stagione”

Il giocatore del Marsiglia torna a parlare di quanto accaduto durante il classico francese.

di Redazione Il Posticipo

Sono passate diverse settimane dal Classico di Francia ma la sfida fra Olympique e PSG continua a far parlare di sè dopo il diverbio che ha coinvolto Neymar e Alvaro Gonzales. Il giocatore è tornato a parlare dell’argomento spiegando cosa sia accaduto in campo e cosa si siano detti  durante la sfida con il PSG che ha lasciato diversi strascichi, non solo da un punto di vista sportivo ma anche personale, sul calciatore dell’Olympique. Come riportato dal Daily Mail il giocatore dell’OM ha parlato del suo incontro con il brasiliano.

GUADAGNI – Secondo la ricostruzione di Alvaro Gonzales la stella del Paris Saint Germain  lo ha provocato per l’intera gara. “Neymar mi ha detto che ha in un giorno quello che guadagno in un anno, ed è vero. Gli ho detto che ero molto contento del mio stipendio ma l’intera partita quel giorno è stata, diciamo, particolarmente sfortunata e piena di provocazioni”.  Neymar è stato espulso e squalificato per due partite per aver colpito Alvaro del Marsiglia, poi si è parlato di razzismo.

RISPETTO – Alvaro ha poi aggiunto che i rapporti fa i due sono diventati assolutamente inesistenti. “Neymar non merita niente. Né il mio rispetto, né altro. Ho già attraversato un periodo molto complicato dopo l’accaduto. Sia io, che la mia famiglia. Se gli avessi detto qualcosa, credo che sarebbe apparso su tutte le telecamere”.  Il giocatore ha ricevuto diverse minacce. Anche per la sua famiglia. Quanto basta per generare una ovvia e comprensibile paura. ” in tutte le lingue. Sono arrivati circa due milioni di messaggi, qualcuno ha anche minacciato che sarebbe venuto a uccidermi. Neymar ha una enorme influenza credo che non abbia piena consapevolezza di ciò che è capace di generare con le sue azioni”. Entrambi i calciatori sono stati assolti dalle accuse reciproche di omofobia e razzismo.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy