calcio

Altro giro, altra scultura che fa discutere: la statua di Aguero all’Etihad…sembra Toni Kroos!

Altro giro, altra scultura che fa discutere: la statua di Aguero all’Etihad…sembra Toni Kroos! - immagine 1

Grande festa per l'argentino a Manchester ma anche qualche perplessità. Molti di quelli che hanno visto la statua del Kun, infatti, sospettano che l'autore abbia...sbagliato calciatore. Compreso il collega in questione!

Redazione Il Posticipo

A dieci anni esatti dal gol che ha regalato al club la Premier League 2011/12, il Manchester City ha tributato il maggior onore possibile a Sergio Aguero: una statua fuori dall'Etihad. Non è il primo delle leggende recenti dei Citizens, visto che anche Vincent Kompany e David Silva ne hanno una, ma quella del Kun che esulta dopo la rete più celebre della sua carriera è certamente la più iconica, in quanto rappresenta alla perfezione il momento in cui il City è diventata una big del calcio inglese ed europeo. Dunque grande festa per l'argentino, ovviamente presente all'inaugurazione, ma anche qualche perplessità. Molti di quelli che hanno visto la statua, infatti, sospettano che l'autore abbia...sbagliato calciatore.

AGUERO? - E a ben vedere, le fattezze dell'Aguero...monumentale non sono poi così simili a quelle del giocatore in carne e ossa. Anzi, somigliano un po' troppo a un collega: Toni Kroos. La cosa non è certamente sfuggita ai tifosi di tutto il mondo, che sotto i vari post social che celebravano il Kun hanno cominciato a chiedersi, tra il serio e il faceto, come mai il club abbia deciso di onorare...il centrocampista del Real. "Più che Aguero, sembra Kroos", chiosa qualcuno. "Penso sia la statua meno somigliante a un calciatore dai tempi di quella di Ronaldo", fa eco qualcun altro. E ogni riferimento al busto di CR7 all'aeroporto di Madeira, che forse somiglia più a Josip Ilicic che al cinque volte Pallone d'Oro, non è per nulla casuale.

KROOS - La cosa più divertente, però, è che anche uno dei protagonisti si è espresso al riguardo. Lo stesso Toni Kroos ha pescato il tweet di un giornalista presente all'inaugurazione, che mostrava il monumento ad Aguero dicendo "Sergio è qui". Il tedesco ha semplicemente ritwittato l'immagine sul suo profilo con una domanda: "Siamo sicuri?", mandando in delirio i suoi follower. Insomma, come è accaduto spesso negli ultimi anni la statua di un calciatore fa discutere per la poca capacità dell'autore di riprodurne le esatte fattezze. Ma per il City, la beffa è doppia: in nessun caso un club si era messo davanti allo stadio di casa l'immagine...di un avversario che l'ha appena eliminato nella semifinale di Champions League!