Altro che VAR: per risolvere le controversie, i tifosi Reds lanciano… una petizione contro Atkinson

Altro che VAR: per liberarsi dei problemi arbitrali, i tifosi del Liverpool lanciano una petizione per il licenziamento di Atkinson.

di Redazione Il Posticipo

Negli anni si è parlato tante, troppe volte di errori arbitrali. Proprio per evitare certi ritornelli di lamentele e proteste, la FIFA ha deciso di introdurre la tecnologia in campo. Tuttavia, con la VAR le polemiche non sono finite. Anzi. I criteri e l’arbitrarietà dell’utilizzo non convincono. E così i tifosi del Liverpool hanno deciso di lanciare una petizione per far… licenziare l’arbitro Atkinson.

LICENZIAMENTI – E a dare l’assist è lo stesso Jürgen Klopp che a fine partita spiega:  “Si parla di momenti importanti nel calcio. E non è giusto starsene seduti da una parte a riderci su. Non c’è niente da ridere: gli allenatori vengono licenziati se perdono le partite. Devono chiarirlo. Non dico che qualcuno lo faccia apposta ma…“. Insomma, gli allenatori possono essere esonerati in caso di sconfitte ma resta da capire chi “punisce” chi  per l’utilizzo errato della VAR

LA PETIZIONE – I tifosi del Liverpool, rincuoratisi dopo la vittoria arrivata negli ultimi istanti di gara contro l’Aston Villa, non dimenticano l’episodio che ha cambiato del tutto la partita. Così, il genio di turno decide di andare su Change.org e di pubblicare una petizione intitolata, come riporta Sportbible: “Martin Atkinson dovrebbe essere licenziato per le sue evidenti decisioni scorrette“.

CONTO APERTO – Del resto il conto è aperto sin dalla sfida con il Manchester United: “Atkinson continua a prendere decisioni evidentemente errate e parziali impunemente da troppo tempo. La sua chiamata nella partita tra Liverpool e Aston Villa ha annullato un gol del Liverpool per fuorigioco mentre il giocatore era in gioco.  Le sue decisioni cambiano i risultati e possono causare la perdita di tre punti alle squadre, un margine potenzialmente decisivo per il titolo. Atkinson deve essere deve essere licenziato o  punito per porre fine a queste decisioni poco professionali”. Nelle prime ore dalla sua pubblicazione, la petizione ha raggiunto oltre 100 firme e si presume che entro la fine del week end possa regalare qualche piccolo verdetto…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy