Altro che Sonaldo: il coreano fa una papera in allenamento su tiro di Bale e il gallese lo soprannomina…”Karius”

In allenamento Bale, tira per gioco una cannonata al compagno di squadra Heung-Min Son. L’ala però non è preparata e il pallone gli sfugge dalle mani. Il gallese si avvicina al gruppetto e…trova un soprannome al sudcoreano.

di Redazione Il Posticipo

Nel calcio, così come nella vita, sono passate alla storia delle scene relative a gol o a errori che hanno preso il nome del loro inventore o dello sfortunato protagonista. Quello che oggi si chiama “cucchiaio'”una volta era il “Panenka”. Chi si gira di colpo con il pallone, lasciando di stucco l’avversario e involandosi in progressione, realizza il più classico dei “Cruijff turn”. E la palla che scivola dalle mani come una saponetta? Beh, quello è un “Karius“. E se qualcuno non crede che ormai sia una terminologia affermata, farebbe meglio a chiedere informazioni a Gareth Bale.

IL TRAUMA – Tutti ricordano l’erroraccio di Loris Karius in quell’indimenticabile finale di Champions League del 2018. Non tutti però, ricordano che il mancino alla dinamite che il tedesco non è riuscito a bloccare era di Gareth Bale. Ecco, a quanto pare, il gallese invece se lo ricorda molto bene che quel tiro era il suo. Tanto che, in allenamento con il Tottenham, è avvenuta una scena che non è passata inosservata… Bale tira per gioco una cannonata al compagno di squadra Heung-Min Son. L’ala però non è preparata, forse anche perchè in fondo non è che il sudcoreano sia un portiere. La palla sfugge dalle mani di Son. C’è una piccola pausa, Bale si avvicina al gruppetto e tutti ridono a crepapelle…

(Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)

MA QUALE SONALDO? – Cosa è successo? Stando a quanto riporta il Daily Star, il campione gallese ha trovato un nuovo soprannome per l’attaccante di Mourinho. Il gallese avrebbe dato del “Karius” a Son generando così l’ilarità del gruppo. Altro che Sonaldo: Heung-Min Kariuson? In ogni caso, decisamente povero Karius! La carriera del portiere è stata messa a durissima prova da quegli sfortunati episodi anche se qualche segnale lo aveva lasciato intravedere. Anche nella semifinale contro la Roma ad Anfield, Karius aveva fatto la stessa cosa con il pallone tirato da un altro mancino esplosivo, quello di Kolarov. Purtroppo per la Roma, in quel caso il pallone finisce sulla traversa dopo l’effetto saponetta sul guanto del portiere tedesco. Invece, la nascita del “Karius” è stata evitata. Anzi, a ben vedere…ritardata.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy