Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Altro che Figo! Addio a Chisnall: è stato l’ultimo giocatore a trasferirsi direttamente tra United e Liverpool…nel 1964

 (Photo by Michael Regan/Getty Images)

Ci sono rivalità nel mondo del calcio, in cui andare a giocare con i nemici di sempre è tradimento. Figurarsi se poi lo si fa direttamente. E l'ultimo trasferimento diretto tra Manchester United e Liverpool risale a quasi sessant'anni fa....

Redazione Il Posticipo

Ci sono rivalità nel mondo del calcio che è difficile prendere sottogamba. Quegli scontri, dei derby ma non solo, in cui anche il solo pensare di andare a giocare con i rivali di sempre è tradimento. Figurarsi se poi lo si fa direttamente. L'esempio di Figo, traditore per eccellenza della causa del Barcellona che nel 2000 decide di andarsene a Madrid, è uno dei più celebri. Ma c'è anche Ibra, che dopo Calciopoli resta in Italia, ma dalla Juventus passa all'Inter. In Inghilterra il "Judas" è Sol Campbell, che lascia il Tottenham per accasarsi all'Arsenal. Ma questa è tutta roba recente, se si pensa che per trovare l'ultimo trasferimento diretto tra Manchester United e Liverpool bisogna tornare a quasi sessant'anni fa.

1964 - Il Sun spiega che purtroppo il protagonista, Phil Chisnall, è appena venuto a mancare. L'ex attaccante, che aveva fatto parte della seconda ondata dei Busby Boys, quelli che dopo il disastro di Monaco di Baviera hanno aiutato lo United a ricostruire, se n'è andato a 78 anni. Ma a fare impressione è il fatto, sottolineato un po' da tutti nel Regno Unito, che dopo il suo acquisto da parte del Liverpool per 25mila sterline nel 1964, nessun calciatore si sia più trasferito dai rossi di Manchester a quelli di Liverpool e viceversa. Una statistica che ha del clamoroso e che fa impallidire molte altre rivalità, in cui tradimenti del genere sono molto più recenti.

DOPPI EX, MA... Certo, se si considera che da quando Chisnall ha chiuso...l'autostrada tra le due città i Reds hanno vinto sei Champions e i Red Devils tre, si capisce bene come questa tradizione forse sia di buon augurio. Di doppi ex, nel frattempo, ce ne sono comunque stati, ma sempre passando per altri lidi. L'esempio migliore è quello di Michael Owen. Il Pallone d'Oro 2001 cresce nel Liverpool e nel 2009 viene acquistato dallo United, ma dopo essere stato prima al Real Madrid e poi al Newcastle. Stessa cosa accaduta per Paul Ince, che è diventato celebre al Manchester United e poi finito al Liverpool dopo la breve parentesi italiana all'Inter. In totale, sono soltanto nove i calciatori ad aver fatto il salto diretto della barricata. E con l'addio a Chisnall è decisamente finita un'era...