Altri guai per Mou: fronda nello spogliatoio e Raiola fissa la data per lo scontro

Altri guai per Mou: fronda nello spogliatoio e Raiola fissa la data per lo scontro

In casa Manchester United appare abbastanza evidente che tra il portoghese e una parte dello spogliatoio qualcosa si è rotto. E non solamente con Pogba, che a questo punto potrebbe rappresentare la punta dell’iceberg.

di Redazione Il Posticipo

Non è poi difficile comprendere quando tra qualcuno i rapporti si deteriorano.  Basta notare se ci si comporta in maniera differente da quanto si è sempre fatto in passato.  Considerando l’abitudine di José Mourinho di difendere i calciatori della sua rosa, indipendentemente da tutto ciò che li circonda, appare abbastanza evidente che tra il portoghese e una parte dello spogliatoio qualcosa si è rotto. E non solamente con Pogba, che a questo punto pare rappresentare la punta dell’iceberg. Da quanto riporta il Sun, lo Special One si trova infatti ad affrontare una vera e propria fronda nella pancia di Old Trafford. E stavolta sembra essere tutta colpa sua.

SPACCATURA – I commenti che hanno seguito la sconfitta ai rigori contro il Derby County di Frankie Lampard hanno infatti creato un’altra spaccatura. Normale, visto che il tecnico nel post-partita ha cercato di…buttarla sull’ironia, ma è riuscito solamente a far inferocire due dei protagonisti. Del resto è abbastanza comprensibile che Phil Jones ed Eric Bailly, con il primo che ha fallito il suo penalty e il secondo che non ha brillato nel match di Carabao Cup, non abbiano apprezzato la disamina di Mou. “Quando sei nei piedi di Jones e Bailly, sai che le cose potrebbero andare male”. Non esattamente un capolavoro di psicologia, che ora sposta gli equilibri dello spogliatoio. E che dà forza…a Pogba.

POGBA – Il transalpino sarebbe infatti ovviamente visto come il leader in pectore del “partito anti-Mourinho”, soprattutto visti gli ultimi scontri con il tecnico. Un altro punto a favore di Mino Raiola che, come riporta il Guardian, avrebbe fissato a novembre l’appuntamento con la dirigenza dello United per decidere il futuro del suo assistito. Il procuratore vuole capire se e quanto la dirigenza dei Red Devils è disposta a supportare il manager nello scontro frontale con il campione del mondo. L’impressione è che uno dei due dovrà lasciare Old Trafford. E se Mou continua a inimicarsi i calciatori, è anche possibile che a fare le valigie sia proprio lui.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy