calcio

Un anno senza Boniperti: “vincere è l’unica cosa che conta” e con lui la Signora ha vinto davvero tutto

Redazione Il Posticipo

Vincere la Coppa dei Campioni, però, all'epoca significa anche volare a Tokyo a giocarsi la Coppa Intercontinentale. E in questo la Juventus ha una percentuale di riuscita perfetta, perchè in due partecipazioni ha portato a casa due trofei. Quello dell'era Boniperti è quello del 1985, in cui i bianconeri hanno la meglio sugli argentini dell'Argentinos Juniors ai calci di rigore. Il match resta celebre per la rete acrobatica di Platini e porta la Signora sul tetto del mondo.