calcio

Morata e gli altri…figli di papà: i calciatori “nati ricchi” già prima di fare carriera

Redazione Il Posticipo

Patrick Bamford, attaccante del Leeds, è abituato alle critiche, visto che ne riceve da sempre. Colpa...della sua famiglia, visto che è parente del proprietario della JCB, multinazionale che produce macchine per l'edilizia. Dunque ha avuto un'infanzia agiata, parla parecchie lingue, suona il violino, il piano e la chitarra e ha detto di no a una borsa di studio ad Harvard per continuare a giocare a calcio. Da qui la sua percezione come di un "privilegiato", che una volta il tecnico del Burnley Sean Dyche avrebbe accusato di "non aver mai dovuto lavorare per ottenere una cosa". Alla fine, però, Bamford è arrivato alla Premier League e sta già dimostrando di poterci stare benissimo. Alla faccia di chi lo criticava.