calcio

Morata e gli altri…figli di papà: i calciatori “nati ricchi” già prima di fare carriera

Redazione Il Posticipo

Figlio adottivo di un diplomatico, Desailly è cresciuto giocando a calcio contro la volontà del padre, che immaginava una carriera diversa per un ragazzo abituato a girare in Limousine. Fortunatamente per il Milan e per la Francia il centrocampista è riuscito a convincere i familiari a seguire le proprie inclinazioni. E cosi è diventato un ambasciatore del calcio.