calcio

Grattatine, palloni intoccabili, litri di caffè e guai a entrare in campo: Sarri, una vita…di scaramanzie

Redazione Il Posticipo

Tutti gli allenatori, con la squadra in svantaggio, si trasformano in raccattapalle quando il pallone esce nella loro zona di campo. Tutti tranne Sarri. Che in partita non vuole toccare il pallone, per nessuna ragione al mondo. Una strana superstizione che lascia perplesso persino l'ex fedelissimo Jorginho: "Facevamo di tutto per farglielo toccare, ma non c'era modo". Forse perchè secondo il Sarriball quel pallone fuori dal campo non dovrebbe proprio andarci?