calcio

Fabio Capello, la schiettezza fatta… mister: “Perché dovrei sprecare il mio tempo ad ascoltare persone meno intelligenti di me?”

Don Fabio: basta il soprannome per capire che si parla di Capello, una delle icone del nostro calcio. Al tecnico friulano non è mai mancata la schiettezza, nè la fiducia in se stesso, come dimostrano molte frasi rimaste nella storia...

Redazione Il Posticipo

Fabio Capello, la schiettezza fatta… mister: “Perché dovrei sprecare il mio tempo ad ascoltare persone meno intelligenti di me?”- immagine 2

 

Dicono che mi arrabbio subito quando parlo di calcio. E hanno ragione. Non sopporto le stupidaggini che dicono tutti: i giocatori, i tifosi, i media, i dirigenti. Perché dovrei sprecare il mio tempo ad ascoltare persone che sono chiaramente meno intelligenti di me?

Don Fabio: basta il soprannome per capire che si parla di Capello, una delle icone del nostro calcio. Un tecnico vincente come pochi e che certamente ha lasciato il segno, nel pallone di casa nostra ma non solo. Con i risultati, ma anche e soprattutto con la sua capacità di gestire uomini e situazioni. Del resto Don Fabio è stato in grado di farsi apprezzare da calciatori totalmente diversi, da Delvecchio a Cassano fino a Ibrahimovic. E di certo al tecnico friulano non è mai mancata la schiettezza, nè la fiducia in se stesso. Come dimostra questa frase, riportata dell'Independent, che è un po' il Capello-manifesto. Ma non è la sola rimasta nell'immaginario collettivo!