calcio

Allons enfants de l’Italie: gli italiani in Francia…in attesa di Locatelli

Redazione Il Posticipo

 WARSAW, POLAND - JUNE 28: Mario Balotelli (R) of Italy celebrates with team-mate Claudio Marchisio after scoring his team's second goal as Philipp Lahm of Germany shows his dejection during the UEFA EURO 2012 semi final match between Germany and Italy at the National Stadium on June 28, 2012 in Warsaw, Poland. (Photo by Michael Regan/Getty Images)

Mario Balotelli, uno dei più grandi talenti del calcio italiano. Calciatore difficile da gestire ma, quando in linea con il proprio allenatore, devastante. Dopo aver militato in Italia e girato per l'Inghilterra, superMario, nel tentativo di riconquistare la critica, accetta il Nizza, un club oggettivamente minore rispetto le società cui era abituato (Milan, Inter, Manchester City, Liverpool). Scommessa vinta: 44 gol in 67 presenze hanno riportato il nome dell'attaccante di moda. Poi va al Marsiglia dove, di nuovo, comincia bene ma va a guastarsi in poco tempo. Poi il ritorno in Italia.