Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

ll Newcastle è un sogno? Mica tanto: “Squadra da salvezza, pressioni da Champions”

WOLVERHAMPTON, ENGLAND - OCTOBER 02: Newcastle United fans react during the Premier League match between Wolverhampton Wanderers and Newcastle United at Molineux on October 02, 2021 in Wolverhampton, England. (Photo by Naomi Baker/Getty Images)

Il Newcaslte non ingrana. Secondo la stampa inglese, accettarlo è il...lavoro giusto al momento sbagliato.

Redazione Il Posticipo

Una società ambiziosa, piena di soldi e che gioca nel campionato più bello e visto del mondo. Senza contare la possibilità di costruire una rosa a propria immagine e somiglianza, partendo quasi da zero e con la possibilità di attrarre fior di campioni con la promessa di stipendi faraonici. A occhio e croce, la panchina e la squadra del Newcastle dovrebbero essere il posto più ambito da qualsiasi allenatore libero (ma anche da quelli sotto contratto) al mondo. Ma la realtà dice che le cose non stanno così.  Il covid ha fermato Howe costretto a guardare da casa a sfida pareggiata contro il Brentford per 3-3. Una partita comunque da vincere anche perché la strada si fa davvero in salita. I magpies continuano a non vincere e il futuro è abbastanza nebuloso considerando anche il calendario: Arsenal, Liverpool, City e Leicester nelle prossime sei giornate. Non benissimo insomma. Anche in chiave mercato.

WOLVERHAMPTON, ENGLAND - OCTOBER 02: Newcastle United fans react during the Premier League match between Wolverhampton Wanderers and Newcastle United at Molineux on October 02, 2021 in Wolverhampton, England. (Photo by Naomi Baker/Getty Images)

TANTI NO - Esordio rimandato dunque, per Howe, scelto dopo una lunghissima selezione. In igni caso la squadra non dà sgni di ripresa. E in vista di gennaio ha già accumulato una discreta serie di no anche da parte di possibili giocatori associati alla finestra di mercato. Resta da capire il perché. Beh, il Sun una mezza idea ce l'ha. E fa un'analisi del motivo per cui chi ci tiene alla sua salute, fisica e mentale, dovrebbe scappare il più lontano possibile. "Vi piacerebbe allenare o giocare nel club più ricco del mondo? Sembra il lavoro dei sogni, mettiamola in un'altra maniera: vi piacerebbe allenare o giocare in una squadra che rischia la retrocessione, ma con aspettative e livello di critica degna di un club che lotta per la Champions?". E in effetti chiunque si troverà a giocare per il club del ST. James' Park andrà incontro al fuoco incrociato della stampa e della società, che certamente si aspetterà già miracoli dopo i probabili innesti milionari di gennaio". Non esattamente quello che qualsiasi calciatore sogna...