Leonardo chiude le porte a tutti i pretendenti: “Neymar e Mbappé restano. Non ho parlato con nessuno, soddisfatto di Tuchel”

Leonardo chiude le porte a tutti i pretendenti: “Neymar e Mbappé restano. Non ho parlato con nessuno, soddisfatto di Tuchel”

Anche i ricchi piangono. il dirigente del PSG ha affrontato tutti i temi relativi a questo insolito finale di stagione. Pochi e mirati interventi.

di Redazione Il Posticipo

Leonardo a tutto campo: il dirigente del PSG in una intervista rilasciata a DJJ e ripresa dal Mundo Deportivo ha affrontato tutti i temi relativi a questo insolito finale di stagione. Specialmente per il PSG che deve programmare la prossima annata senza avere di fatto finito quella attuale. Le uniche certezze si chiamano Neymar e Mbappè.

STAGIONE – Il PSG vive una stagione incredibile. Campionato fermo, in attesa di giocare la Champions. “Riprendiamo il 22 giugno. La situazione è strana: finiamo una stagione ed è come se ne iniziasse un’altra perché abbiamo la Champions League da giocare. Non so cosa dire a un giocatore che è alla fine del suo contratto con noi o a chi ha già un accordo con un altro club all’inizio di luglio. Avremo  problemi. L’idea di prolungare per due mesi è nell’aria, ma non è stata ancora stabilita legalmente”.

MISURATO – Problemi anche economici. L’immediato futuro è senza spese folli. Lo scorso anno Leonardo ha chiuso la finestra di trasferimento con  Keylor Navas e Mauro Icardi . L’idea è di ricalcare il canovaccio: “abbiamo perso 200 milioni di euro a causa della crisi legata alla pandemia. Dovremo essere creativi, trovare buone soluzioni e possibilmente neanche troppo costose. Interverremo solo con piccoli ritocchi,  perché anche con le partenze di Cavani e Thiago Silva, la nostra intelaiatura di base rimane molto competitiva”.

PUNTI FERMI – Il progetto tecnico passa anche la conferma dei due punti fermi del PSG: “Neymar e Mbappé hanno 28 e 21 anni e sono qui. Non c’è molto su cui riflettere. Quindi dobbiamo trovare la soluzione per continuare l’avventura insieme. Per quanto riguarda Tuchel, gli resta ancora un anno di contratto e sarà in panchina con noi anche la prossima stagione. Hai fatto un buon lavoro, i risultati sono buoni. Abbiamo tempo di pensare al rinnovo. Non ho preso in considerazione nessun altro allenatore”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy