calcio

Allegri, è Douglas Costa l’arma anti-Inter

Allegri si dichiara confuso, ma sembra avere le idee molto chiare. Un 4-2-3-1 studiato per mettere in difficoltà la difesa interista. E con un uomo chiave...

Redazione Il Posticipo

Juventus-Inter, basta la parola. In vista del Derby d'Italia, Allegri ha davvero idee confuse? O è solamente un grande bluff? La sensazione è che il tecnico sia tutt'altro che in difficoltà nelle scelte. Probabilmente Dybala non giocherà ma, qualora la Joya assistesse alla partita dalla panchina, la soluzione è pronta. Un'arma segreta. Douglas Costa. Il brasiliano attraversa un buon momento di forma, che coincide con il calo di forma del numero 10. Una situazione che potrebbe agevolare le scelte tecnico bianconero.

Douglas Costa per sgretolare il muro nerazzurro

Nel 4-2-3-1 che ha in mente il tecnico toscano, Douglas Costa potrebbe trovare posto assieme a Cuadrado, con Mandzukic sulla sinistra e Higuain unica punta. Nell'economia del gioco, e in considerazione dell'avversario, il brasiliano è il giocatore ideale. L'imprevedibilità e la freschezza del brasiliano possono fungere da discriminante per sgretolare il muro nerazzurro. Douglas Costa è agile e, soprattutto, ha il cambio di passo che potrebbe creare non poche difficoltà all'impianto difensivo interista. Spalletti ha un quartetto tanto solido quanto monolitico, dunque aggirabile. Gagliardini, se preso alle spalle, non può contenerlo. Skriniar, quasi insuperabile nell'anticipo, non può uscire a prenderlo sino alla trequarti, né, nel contempo, concedergli l'uno contro uno. Costa può quindi ritagliarsi un fazzoletto di campo da dove tentare l'assist per Higuain accompagnare la transizione, creare la superiorità numerica e, perchè no, anche la soluzione personale.

Una scelta che ha già pagato...

Allegri non è uno sprovveduto. Conosce i punti deboli di Spalletti. Non a caso ricalcherà il canovaccio usato da Simone Inzaghi. Il tecnico biancoceleste, con una mossa simile (Milinkovic) mise in grave difficoltà e sconfisse Spalletti, all'epoca alla guida della Roma, nei derby di Coppa Italia e in quello di ritorno in campionato. Una scelta rischiosa, ma tutto sommato accettabile. Unica controindicazione, ciò significa “panchinare” Dybala. É vero che l'argentino ha un talento non comune e può risolvere la partita in qualsiasi momento. È altrettanto innegabile, però, che accomodarlo fra le riserve non significa rinunciarci a priori. In questo momento, e in un particolare contesto tattico, Douglas Costa potrebbe essere più funzionale alla causa rispetto alla Joya. Che per questo potrebbe iniziare la partita dalla panchina. Una decisione forte di Allegri. Con buona pace delle idee confuse...

(function() {

var referer="";try{if(referer=document.referrer,"undefined"==typeof referer)throw"undefined"}catch(exception){referer=document.location.href,(""==referer||"undefined"==typeof referer)&&(referer=document.URL)}referer=referer.substr(0,700);

var rcel = document.createElement("script");

rcel.id = 'rc_' + Math.floor(Math.random() * 1000);

rcel.type = 'text/javascript';

rcel.src = "http://trends.revcontent.com/serve.js.php?w=82012&t="+rcel.id+"&c="+(new Date()).getTime()+"&width="+(window.outerWidth || document.documentElement.clientWidth)+"&referer="+referer;

rcel.async = true;

var rcds = document.getElementById("rcjsload_e27c7e"); rcds.appendChild(rcel);

})();

tutte le notizie di