Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Allarme João Félix: ai margini all’Atletico e in Nazionale

SEVILLE, SPAIN - DECEMBER 22: Joao Felix of Club Atletico de Madrid looks on during the Liga match between Real Betis Balompie and Club Atletico de Madrid at Estadio Benito Villamarin on December 22, 2019 in Seville, Spain. (Photo by Aitor Alcalde/Getty Images)

L'attaccante ha avuto solo sei minuti a disposizione contro la Serbia.

Redazione Il Posticipo

La sfida con la Serbia lascia in eredità, oltre alle polemiche, anche il caso João Félix. Il giocatore dell'Atletico Madrid è passato, in meno di un anno, da titolare inamovibile a comprimario. E adesso gli restano poche settimane per ritrovare la continuità di rendimento necessaria per tornare protagonista con la maglia dei Campioni d'Europa e quella dell'Atletico Madrid.

PENALIZZATO - Cali di forma, infortuni, covid e sfortuna hanno condizionato, sinora, l'annata dell'erede designato di Cristiano Ronaldo. JF7 ha perso il posto da titolare con i colchoneros e anche con il Portogallo sta stendando parecchio. Secondo i dati pubblicati da transfermarkt è partito in panchina sia contro l'Azerbaijan che con la Serbia. E sui 180' disponibili, ne ha giocati solo 21' spalmati in 15' e 6'. Inoltre, sul mercato, il suo prezzo è calato sensibilmente.  20% in meno rispetto ai 100 dello scorso novembre, quando era considerato il giocatore più prezioso del campionato spagnolo.

NUMERI  - Tuttavia c'è ancora tempo e modo per ribaltare la situazione. Nello sprint finale della stagione la posta in gioco è molto alta. E al netto della discontinuità di rendimento  João Félix è pur sempre, in compagnia di Marcos Llorente, il secondo miglior cannoniere dell'Atletico con dieci gol, spalmati però in modo piuttosto irregolare. Nelle sue prime 14 presenze della stagione, João Félix ha iniziato undici volte da titolare e segnato otto gol. In questo 2021 ha giocato altre 14 partite, trovando la via della rete solamente in due occasioni. Non sono mancati gli screzi con Simeone, ma il Cholo ha apprezzato comunque il suo impegno contro il Chelsea, quando ha visto, parole sue, il migliore Félix della stagione.

PROSPETTIVE - La prossima sfida, almeno sulla carta, è l'ideale per il definitivo rilancio. Il Portogallo deve ancora affrontare l'ostacolo, non impossibile, del Lussemburgo. E poi João avrà tempo e modo di tornare a disposizione dell'Atletico per l'entusiasmante fine della stagione. Il ragazzo vuole essere ancora protagonista, ma dovrà dimostrare il suo potenziale nel rush finale della stagione, che può ancora regalare moltissimo. Il titolo di Campione di Spagna con l'Atletico sarebbe il miglior biglietto da visita possibile da presentare in nazionale in vista dell'Europeo.

Potresti esserti perso