Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Alisson: “Forse il pari non era ingiusto, ma vince chi segna e noi abbiamo saputo sfruttare gli episodi”

(Photo by Clive Brunskill/Getty Images)

Vittoria rassicurante per i reds in vista del ritorno ad Anfield.

Redazione Il Posticipo

Il Liverpool si porta in vantaggio nei 180' degli ottavi di finale contro l'Inter. 2-0 a San Siro che vale più di mezza qualificazione. Anche se i gol in trasferta non valgono più doppio è comunque difficile immaginare i reds incassare tre reti ad Anfield. Clean sheet che pone la squadra di Klopp in indubbio vantaggio. Alisson, che ha chiuso la porta inviolata, ha parlato ai microfoni di Sky Sport.

SOFFERTA - Una vittoria sofferta, ma da grande squadra. Il Liverpool ha retto agli assalti nerazzurri e ha colpito sfruttando ogni singolo episodio. Vittoria sporca ma foglio pulito per l'ex portiere della Roma. Nessun tiro in porta concesso alla coppia Dzeko - Sanchez.  "L'Inter ha creato buone situazioni di gioco ma la nostra difesa le ha sempre controllate non concedendo tiri o cross. Abbiamo saputo approfittare. Forse un pareggio non era un risultato così ingiusto anche perché l'Inter ha lottato molto ma le occasioni migliori sono state comunque del Liverpool. E nel calcio vince chi segna".

 WEST BROMWICH, ENGLAND - MAY 16: Alisson of Liverpool celebrates with team mates after scoring their side's second goal during the Premier League match between West Bromwich Albion and Liverpool at The Hawthorns on May 16, 2021 in West Bromwich, England. Sporting stadiums around the UK remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Rui Vieira - Pool/Getty Images)

PROSPETTIVE -  La sfida secondo Alisson non è finita. Ad Anfield non sarà affatto scontata. "Non è un vantaggio decisivo. L'Inter è un'ottima squadra ha calciatori importante, di esperienza, verranno a Liverpool per giocarsela. Anni fa sono stato vicino all'Inter quando avevo 17 anni ero stato vicino ai nerazzurri purtroppo le strade non sono coincise ma ho preso una strada comunque bellissima passando per Roma e se sono qui lo devo a loro, forza Roma sempre".