Alex Morgan ancora contro CR7: “Come calciatore è uno dei migliori al mondo, ma non significa che come uomo…”

Alex Morgan ancora contro CR7: “Come calciatore è uno dei migliori al mondo, ma non significa che come uomo…”

L’attaccante degli Stati Uniti torna a parlare di CR7 in previsione del loro incontro al gala FIFA del 23 settembre. E spiega che il suo giudizio sul calciatore può non coincidere con quello sull’uomo…

di Redazione Il Posticipo

Il mondiale femminile in Francia ha lasciato nella memoria degli appassionati un gran torneo e qualche nome indimenticabile. Tra questi c’è quello di Alex Morgan, una delle stelle degli Stati Uniti che hanno portato a casa il trofeo. L’attaccante dell’Orlando Pride è stata protagonista della celebre…polemica del tè contro l’Inghilterra, ma anche in prima fila nelle rivendicazioni del calcio in rosa assieme alla compagna di squadra Meghan Rapinoe. Qualche mese fa, la Morgan ha anche condiviso un post riguardo Cristiano Ronaldo, linkando un articolo di VICE in cui il portoghese veniva indicato come “l’icona della corruzione nello sport”. E ora la statunitense torna a parlare di CR7.

TRATTAMENTO – Lo fa in una intervista a Sports Illustrated, tornando sulle accuse di violenza sessuale, poi archiviate, che hanno coinvolto il portoghese. Con cui si incontrerà il 23 settembre a Milano per il gala della FIFA. “Non credo che lo tratterò in maniera diversa rispetto agli altri che incontrerò. Nel mondo di oggi molte volte le donne prendono la parola ed è importante supportarle. Molta gente ora si comincia a chiedere chi ha ragione e chi no. E guardando alla storia di Ronaldo in particolare, penso che ci siano troppe prove per poterla coprire. Ma credo che alla fine il denaro aiuti sempre in casi del genere”.

GIUDIZIO – E si torna sul tweet galeotto. “Sono stata sorpresa di questa storia, ho letto molti articoli al riguardo e in quel momento ho detto la mia con un tweet. Ma ho ricevuto parecchio odio, credo da parte dei suoi tifosi”. E poi, dopo qualche tempo, lo ha cancellato. Ma Alex Morgan spiega una cosa: il suo giudizio divide l’uomo dal calciatore. “Le accuse sono state archiviate e lui è tornato a giocare. Con questo non voglio dire che non sia uno dei migliori al mondo. Ma quello che fa nel suo lavoro, far divertire la gente sul campo, non ha niente a che vedere con quello che può essere come uomo o cosa possa aver fatto. E io continuerò ad essere fedele a ciò che penso.”. Insomma, l’incontro tra i due a Milano sembra promettere scintille…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy