Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Albiol: “Non siamo favoriti, non ci interessa affatto esserlo e comunque il Real è più forte”

L'ex centrale del Napoli accetta volentieri l'etichetta di sfavoriti. 

Redazione Il Posticipo

Liverpool - Villarreal ad Anfield. Pronostico chiuso. Come allo Stadium. Come all'Allianz Arena. Albiol è intervenuto a Radio Marca per parlare della semifinale di Champions. E l'ex centrale del Napoli accetta volentieri l'etichetta di sfavoriti.

PERCORSO - Un percorso straordinario, quello del sottomarino giallo, che proverà ad affondare la terza corazzata. "Ogni partita diventa sempre più difficile. Andremo a giocarcela con la stessa serenità delle altre e con la fiducia di poter arrivare in finale. Siamo consapevoli di quanto sia difficile giocare ad Anfield contro un avversario di livello superiore, ma la squadra è pronta perché abbiamo già dei precedenti su campi difficili. Sarà fondamentale tornare in Spagna con un risultato ancora aperto".

SFAVORITI - Ancora una volta sfavoriti. "Non poteva essere diversamente. E non mi importa molto. Anche perché in ogni caso la mia favorita è il Real. Abbiamo la nostra identità, un impianto di gioco solido basato sul lavoro di squadra. A Monaco è stato davvero difficile individuare l'MVP e questo perché il nostro gruppo sa soffrire. E in partite del genere ha sempre mostrato qualcosa in più. Il Liverpool è più forte fisicamente, ha maggiore velocità ed è in possesso di una tecnica di base superiore alla nostra. Saremo comunque 11 contro 11 e pronti a sfruttare i nostri pregi per far emergere i loro difetti E comunque fra le quattro semifinaliste rimaste la più forte e la favorita è il Real. Ha la storia dalla sua parte".

EMERY - In questo Villarreal spicca la figura di Emery. Un visionario. Aveva previsto di vincere in Europa con il Sottomarino Giallo lo scorso anno. " É un grande conoscitore di calcio, dedica molte ore al suo lavoro. Ha creato un gruppo davvero straordinario e intorno a questa squadra c'è grandissima passione. Mi piace vedere la gente che ci segue ovunque e con il sogno di arrivare a Parigi. Questo entusiasmo è la benzina del nostro spogliatoio dove regna anche una atmosfera davvero divertente. Ricordo ancora quando mi hanno tagliato di netto i capelli in finale di Europa League".