Albertini boccia il Barcellona: “Cinque anni senza vincere la Champions sono tanti”

Albertini boccia il Barcellona: “Cinque anni senza vincere la Champions sono tanti”

Lionel Messi e compagni hanno alzato la loro ultima Champions League nella stagione 2014-15 battendo la Juventus nella finale di Berlino. Questo dato non è sfuggito a Demetrio Albertini, che prima di chiudere la carriera ha indossato la maglia blaugrana

di Redazione Il Posticipo

Ogni anno il Barcellona comincia la stagione per vincere la Champions League ma nelle ultime stagioni però i buoni propositi sono andati a farsi benedire: i blaugrana hanno alzato il trofeo per l’ultima volta nel 2014-15. Nelle ultime stagioni sul più bello sono arrivate delusioni cocenti: nel 2017-18 la Roma ha ribaltato i blauagrana ai quarti di finale, lo scorso anno il Liverpool ha umiliato Lionel Messi e compagni ad Anfield in semifinale. Tante seratacce e un’astinenza dalla vittoria che non è sfuggita a Demetrio Albertini.

FRECCIATA – In concomitanza di Inter-Barcellona, Televisió de Catalunya ha intervistato l’ex centrocampista che ha indossato la maglia blaugrana nella stagione 2004-05 agli ordini di Frank Rijkaard. Albertini ha giocato solo cinque partite con quel Barça, ma ha fatto in tempo a vedere Messi arrivare in prima squadra e si è fatto un’idea del club che ogni anno parte per vincere la Champions. L’ex centrocampista ha criticato il rendimento dei blaugrana nella massima competizione europea: “Cinque anni senza Champions sono tanti per una squadra come il Barça”.

OCCASIONI PERSE – Albertini non si aspettava che i campioni di Spagna sarebbero caduti malamente sul campo del Liverpool e su quello della Roma nelle ultime stagioni: “Non si tratta di vincere o perdere. Si tratta di aver perso l’opportunità quando devi giocare per vincere, come è successo l’anno passato o due stagioni fa”. Secondo l’ex centrocampista i motivi di questi fallimenti ci sono e sono molto chiari: “Bisogna avere un certo atteggiamento in campo ed è questo il problema del Barça”. A Ernesto Valverde fischieranno le orecchie. E forse ha l’ultima chance, in stagione, per provare a far cambiare idea ad Albertini

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy