Al Liverpool non si bada a spese: assunto un allenatore specializzato in recupero fisico

Per risolvere il problema-infortuni il Liverpool assume un allenatore specializzato nel recupero dall’infortunio e sulla performance sportiva.

di Redazione Il Posticipo
klopp mourinho

Il Liverpool non è decisamente un club che lascia fare al caso. In riva al Merseyside sono consapevoli che le sfide e i campionati si vincono anche e soprattutto fuori dal campo. Klopp nell’ultimo periodo ha lamentato diversi infortuni in relazione a un calendario troppo fitto. La Premier ha sinora bocciato le cinque sostituzioni. E dunque, per risolvere questo problema il club ha assunto un professionista specializzato nel recupero dagli infortuni e preservare i… superstiti. Obiettivo:  ottimizzare la performance sportiva, riducendo al minimo i rischi.

RECUPERO – I reds si sono affidati alle competenze del dottor Andreas Schlumberger, ex preparatore atletico dello Schalke 04. Il club ha reso noto che Schlumberger lavorerà a stretto contatto con tutto lo stff. E così gli attuali preparatori, medici, fisioterapisti si coordineranno per accelerare recupero e riabilitazione dei tanti (troppi) giocatori infortunati. Il dottore, come riporta Goal, ha già lavorato a contatto con Jürgen Klopp quando il tecnico tedesco ha allenato il Borussia Dortmund dal 2011 al 2015. Inoltre, ha un curriculum di tutto rispetto con esperienze in Bundesliga con Norimberga, Borussia Moenchengladbach e Bayern Monaco.

(Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)

LAVORO –   L’esperienza non gli manca. E anche l’abitudine a collaborare con lo staff di club “costretti” a giocare tre partite a settimana. Del resto, anche al Liverpool ci sarà molto da lavorare. Van Dijk, Gomez, Thiago, Matip, Keita, Jota, Tsimikas, Alexander-Arnold, Milner e Shaqiri ringraziano la società per il pensiero. Non esattamente disinteressato. Gennaio è un mese decisivo per il possibile allungo in classifica in Premier in modo da poter gestire poi i vari impegni senza spremere sempre gli stessi calciatori come limoni. Rischiando dunque nuovi infortuni. Adesso è il turno di Schlumberger non riesca nell’impresa di restituire a Klopp la profondità della rosa.

SOLUZIONI – Il Liverpool, fra l’altro, non è nuovo ad operare quasi chirurgicamente sui vari aspetti caratterizzanti una stagione.  Storicamente il club ha sempre monitorato attentamente ogni ambito, identificando, stagione per stagione, il problema. Come nel 2108, quando ha assunto il signor Thomas Grønnemark, un danese specializzato in rimesse laterali. Scelta non casuale. Con un allenatore specifico per ogni ambito, Klopp può concentrarsi sempre di più sul suo lavoro. E la scelta, sinora, sembra pagare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy