Al Bernabeu spunta…CR7: doppietta di Dennis, che esulta come il portoghese!

Al Bernabeu spunta…CR7: doppietta di Dennis, che esulta come il portoghese!

Il Real Madrid pareggia la seconda partita del girone di Champions League prendendo due gol dal Club Brugge. Anzi, da Emmanuel Dennis. Che, tanto per peggiorare le cose…esulta come Cristiano Ronaldo.

di Redazione Il Posticipo

Il Real Madrid sembra proprio non volerne sapere di convincere. Il campionato non è iniziato nel migliore dei modi, o meglio, nel migliore dei mood. Già, perché la classifica parla di qualcosa di interessante ma l’ambiente vede nero. Vede nero per il momento di forma, per il calcio non proprio spettacolare espresso, per gli infortuni e per le partite soffertissime. Una di queste è la sfida di Champions League contro il Club Brugge, che passa addirittura in doppio vantaggio al Bernabeu. E non basta il danno, c’è anche la beffa. Dennis ne fa due e… esulta come CR7.

TEMPO AL TEMPO MA… – A Madrid si parla ancora di orgoglio ferito per l’addio di Cristiano Ronaldo. Il vuoto lasciato dal portoghese è ancora presente nella mente e nel cuore dei tifosi e negli equilibri di squadra. Meglio dare tempo al tempo ma, nel frattempo, mentre i nuovi acquisti si acclimatano o cercando di recuperare dagli infortuni, il Real gioca male. In casa contro i belgi del Club Brugge, il Real perdeva 0-2 al 39′. Entrambi i gol arrivano da Emmanuel Bonaventure Dennis. E il giocatore della squadra belga non si mette in mostra solo con le reti ma anche con un’esultanza familiare ai blancos.

SCONSIGLIABILE – Il ragazzo forse voleva celebrare il 59° anniversario dell’indipendenza della sua Nigeria nel migliore dei modi e lo ha decisamente fatto, con una doppietta. Tuttavia il salto in giravolta con le braccia da tendere dietro al momento dell’atterraggio, il gesto ormai celebre come… “siuuu!”, a Madrid sarebbe più saggio non farlo. Certo, in molti finora hanno copiato le esultanze di altri giocatori e qualcuno ha addirittura fatto la stessa esultanza sotto gli occhi di un CR7 piuttosto adirato. Ma il risultato è stato che, forse spinto proprio…dallo spirito del portoghese, il Real è riuscito a pareggiare i conti in extremis. Anche se è più preoccupante che non sia riuscito a vincere contro un Brugge in inferiorità numerica.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy