Ake incorona De Ligt: “È un grande calciatore e in molte cose ricorda Van Dijk”

Nathan Ake, centrale del Bournemouth e della nazionale olandese, è abbastanza chiuso con la maglia oranje dalla coppia d’oro, ma nessuno come lui può parlare dei due difensori titolari di Koeman. E sia per lo juventino che per il calciatore del Liverpool arrivano parole di elogio.

di Redazione Il Posticipo

De Ligt e Van Dijk. Compagni di squadra in nazionale e chissà, in futuro rivali di Champions con le maglie di Juventus e Liverpool. Il centrale di Klopp ha vinto il premio UEFA come miglior calciatore della scorsa stagione ed è tra i grandi favoriti per il Pallone d’Oro. In compenso il suo giovanissimo collega di reparto è stato una delle stelle dell’Ajax e, dopo qualche giornata di adattamento al nostro campionato, ha cominciato ad ingranare. E quando ci sono due calciatori importanti, non possono che scattare i paragoni. E a parlare dei due è qualcuno che li conosce entrambi e che…li vede giocare in nazionale al posto suo.

DE LIGT – Nathan Ake, centrale del Bournemouth e della nazionale olandese, è abbastanza chiuso dalla coppia d’oro, ma nessuno come lui può parlare dei due difensori. E lo fa in un’intervista a Goal, dimostrando di apprezzare parecchio lo juventino. “De Ligt è ancora giovanissimo ma ha giocato tante partite ad alto livello e con la nazionale. Ed è eccezionale quello che sta facendo ora. Quando vai in un nuovo paese e in una nuova squadra, soprattutto in un grande club come la Juventus, e hai solo vent’anni, è un cambiamento importante. Ma è anche buono per lui, che ha la fiducia di tutti. Ma si vede, è un grande calciatore. È veloce, forte, bravissimo di testa e anche col pallone tra i piedi. Ha segnato molti gol da situazione di calcio piazzato. Quindi sì, ha molte caratteristiche che ricordano Van Dijk.”

VAN DIJK – Van Dijk per cui Ake ha parole ancora più dolci. “Merita tutti gli elogi che sta ricevendo. Credo che sia giusto al 100% che sia tra i calciatori che competono per il Pallone d’Oro. Gli attaccanti segnano, ma lui aiuta la squadra in un altro modo. Ed è uno dei motivi principali per cui il Liverpool subisce pochi gol. Li ha aiutati a vincere la Champions, è il capitano della nazionale. È una presenza importante”. E anche un po’…spaventosa. “Ha una personalità incredibile, ma fuori dal campo è un ragazzo simpaticissimo. È calmo e rilassato. Ma quando gioca, è un leader che chiede molto ai compagni. Non fa paura se lo conosci, ma altrimenti…beh, forse sì!”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy