Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ajax, Tadic non ci sta: “Gioco per vincere trofei, vivo una grande delusione”

Tadic accetta la decisione di sospendere il campionato. Meno, però, l'idea di non potersi fregiare del titolo di Campione d'Olanda.

Redazione Il Posticipo

Tadic accetta la decisione di sospendere il campionato. Meno, però, l'idea di non potersi fregiare del titolo di Campione d'Olanda. Il calciatore dell'Ajax ha espresso le sue idee al riguardo delle decisioni maturare in Olanda al De Telegraaf.

DELUSO - Tadic mette immediatamente le cose in chiaro. "Gioco a calcio per vincere premi, proprio come i giocatori di AZ, PSV e Feyenoord. E il campionato, per tutti noi, è un grande premio. Questa è stata una grande delusione per me". Prima dello scoppio della pandemia, l'Ajax era in testa alla classifica, basandosi solo su una differenza reti migliore dell'AZ. "Non è questo il punto. Avrebbero anche potuto vincere loro. Io sono un professionista e competo. Gioco per vincere ogni trofeo. Questo è quello per cui lo faccio. Ora ho perso un premio. Ecco come ci si sente".

RIPRESA - In ogni caso Tadic vorrebbe perlomeno tornare ad allenarsi: "Non giocheremo sino a settembre, è un periodo davvero molto lungo. Speriamo che tutto sia messo al sicuro il prima possibile. Penso che sia una buona idea riprendere ad allenarsi in piccoli gruppi, proprio come in Germania. Credo che la cosa più importante sia farci trovare in piena forma quando inizierà la nuova stagione. E soprattutto speriamo di poter giocare di nuovo immediatamente con i tifosi. Ho giocato a porte chiuse con la Serbia un paio di volte ed è una situazione odiosa". Ammesso e non concesso che resti all'Ajax. In questo senso Tadic è possibilista. "Speriamo di sì, e che restino anche i giovani migliori. Personalmente io mi sto divertendo molto qui, anche se non è facile fare previsioni. Non si sa mai cosa possa succedere nel calcio."