Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Ajax, Onana si allena da solo in attesa del ricorso contro la squalifica per doping

(Photo by Michael Regan/Getty Images)

Il portiere dell'Ajax è stato sospeso dalla UEFA per un anno per essere risultato positivo all'antidoping. Nelle sue urine dopo un test a sorpresa è stata riscontrata la presenza di Furosemide, un diuretico. Dunque, squalifica, contro cui però...

Redazione Il Posticipo

Per un calciatore, non c'è nulla di peggio che non poter fare ciò che ama, ovvero giocare a pallone. E quando questo accade, è quasi sempre un grosso problema a impedirlo. Finchè si tratta di un infortunio, per quanto grave, c'è poco da recriminare, certe cose purtroppo succedono e l'unico obiettivo diventa rimettersi in forma per poter tornare in campo il prima possibile. Se si è messi fuori rosa, forse la situazione è più complicata da accettare, perchè gli scontri con i club sono in grado di togliere anni importanti dalla carriera di un giocatore. Ma quando a impedire l'attività è una squalifica per doping, beh, allora la cosa si fa particolarmente seria...

UN ANNO - È il caso di Andre Onana, portiere dell'Ajax, che il mese scorso è stato sospeso dalla UEFA per un anno per essere risultato positivo all'antidoping. Nelle sue urine dopo un test a sorpresa è stata riscontrata la presenza di Furosemide, un diuretico. L'estremo difensore si è subito giustificato spiegando di aver assunto un farmaco errato e la stessa UEFA nella sentenza ha confermato che non era intenzione del calciatore prendere sostanze proibite. Ma allo stesso tempo l'organo disciplinare della federazione europea ha anche deciso che spetta all'atleta far sì che nel suo corpo non entrino, anche per sbaglio, sostanze che fanno parte dell'elenco di quelle vietate. Dunque, squalifica di dodici mesi, contro cui però i Lancieri hanno fatto ricorso al TAS per riavere il proprio portiere nel minor tempo possibile.

 (Photo by Dean Mouhtaropoulos/Getty Images)

ALLENAMENTI - E nel frattempo, come racconta Goal, Onana si allena. Da solo, anzi, con un preparatore personale, sul campo di un club dilettantistico di Amsterdam. Una situazione complicata, in attesa che si decida sul ricorso. Dalla sua parte il camerunese ha la presa di posizione del sindacato calciatori olandesi, che in un comunicato ha spiegato che la squalifica imposta all'estremo difensore dell'Ajax è "totalmente incomprensibile e sproporzionata". Ma affinchè il caso di Onana venga preso in considerazione dal TAS potrebbero volerci altri due mesi, il che potrebbe impedire al portiere di tornare a giocare in questa stagione. L'obiettivo comunque è ridurre la squalifica, anche perchè a gennaio 2022 c'è la Coppa d'Africa. E nella situazione attuale, il calciatore salterebbe anche quella.

Potresti esserti perso