calcio

Aguero, doppietta, record e addio: “Un onore giocare per il City. Spero in qualche minuto in finale”

Aguero chiude la sua pagina con il City a modo suo. Una serata splendida. E indimenticabile sia per i tifosi del City che per Aguero che lascia a modo suo la squadra con cui ha condiviso gol e vittorie. Appunto, con dei gol e con delle vittorie. E...

Redazione Il Posticipo

Aguero chiude la sua pagina con il City a modo suo. Una serata splendida. E indimenticabile sia per i tifosi del City che per Aguero che lascia a modo suo la squadra con cui ha condiviso gol e vittorie. Appunto, con dei gol e con delle vittorie. E Kun chiude la sua esperienza in Premier subentrando nella sfida contro l'Everton e partecipando da par suo a 5-0 rifilato al City. Una doppietta da attaccante tutt'altro che finito. Reti, fra l'altro, tutt'altro che banali. Oltre che mettere la ciliegina sul terzo titolo in quattro anni,  la doppietta permette al calciatore argentino di superare Rooney nella speciale classifica di gol segnati con una singola squadra.

AFFETTO - Il calciatore è stato ricoperto d'affetto dai compagni a fine gara. E poi ha espresso le sue emozioni a Sky sports. "Voglio dire grazie ai miei compagni di squadra perché mi hanno aiutato molto in questi anni. I gol sono importanti per un attaccante e farli è semplicemente il mio lavoro. Sono comunque molto contento di aver messo a segno una doppietta nella mia ultima partita in Premier. Riuscirci nel giorno della festa per il titolo è qualcosa di fantastico".

BILANCIO - Tempo ovviamente anche di bilanci. "Quando sono arrivato a giocare qui, ho vinto il primo titolo e mi ed è stato quello più importante. Per me e il club. Poi la squadra ha iniziato ad inanellare successi consecutivi e abbiamo vinto tantissimo. Sono strafelice di aver fatto parte di questo ciclo straordinario. Non è facile restare per dieci anni consecutivi in un club come il City. Per me è un onore. Ovviamente prima della partita mi sono sentito un po' strano. Le sensazioni non erano buone, ma preferisco pensare ai bei momenti trascorsi qui". Sicuramente è l'ultima apparizione con il City ma non è necessariamente l'ultima partita da giocare. C'è da scrivere un'ultima pagina di storia. La più importante della storia del Club. E per Aguero significherebbe aprire e chiudere un ciclo straordinario e forse irripetibile. "Non so se giocherà la finale di Champions League, ma lo spero. Se potessi scendere in campo solo per qualche minuto, farò comunque del mio meglio".