Agente Rugani: “Abbiamo scelto Rennes con entusiasmo. In Italia dovremmo credere più nei giovani”

Davide Torchia sulla situazione del suo assistito. E non solo. 

di Redazione Il Posticipo

Davide Torchia, agente del difensore Daniele Rugani ha parlato a TMW Radio per aggiornare la situazione del suo assistito. E non solo.

JUVENTUS – Il passaggio al Rennes non è giunto inaspettato. Il primo stop invece sì. “Ha rimediato una contrattura è il suo primo infortunio muscolare, ogni tanto capita. La sosta gli sarà d’aiuto per tornare in perfetta forma alla terza settimana di novembre. La scelta del Rennes è stata presa con entusiasmo. La Juventus ha scelto per il bene di tutti  che un’esperienza lontano da Torino sarebbe stata utile. E  siamo andati dove serviva. Non è solo questione di soldi, ma di vedute”.

RISTRETTA – La Juve corre il rischio, giocando a tre, di ritrovarsi con pochi centrali. “Giocando con tre difensori, ma non con tre centrali di ruolo, penso che la componente economica abbia fatto la sua parte, considerando che è stato preso pure Chiesa. Certo che dare via Romero e Rugani e partire con De Ligt infortunato, basta poco. Senza Bonucci o Chiellini è già emergenza. Ma resta una difesa a tre mascherata, e quindi di centrali di ruolo ne servivano meno”.

ITALIANI – Molti ragazzi che vanno in Francia esplodono. Come Kean. E come accaduto prima a Verratti. “Se tornassimo a credere più nei nostri ragazzi, a perdonare qualcosa di più ed essere più equilibrati, forse sarebbe diverso. In Italia, invece di andare a vedere la partita, tanti tifosi sono pronti ad aspettare chi sbaglia e a chi dare la colpa: non è la forma mentis giusta. Il punto è che noi italiani nel calcio siamo bravi a trovare calciatori: prendiamo due olandesi sconosciuti, vanno nell’Atalanta e diventano così dei campioni”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy