Agente Courtois: “Se i figli fossero stati a Londra, sarebbe rimasto”

Christophe Henrotay, agente di Courtois, spiega i motivi che hanno spinto l’ex portiere del Chelsea a scegliere Madrid.

di Redazione Il Posticipo

Courtois, niente di personale contro il Chelsea, anzi. Christophe Henrotay, l’agente del calciatore, smorza le polemiche e chiarisce che il proprio assistito non avrebbe mai lasciato Londra se solo la sua famiglia, anzi, i suoi figli, avessero soggiornato a Londra.

FAMIGLIA – Courtois non attraversa un momento facile: sommerso di polemiche a Londra. A Madrid invece, anche peggio. La sua targa al Wanda è stata vandalizzata. Quanto basta per un chiarimento. Le dichiarazioni sono riportate dal quotidiano AS, riprese da BBS radio 5 Live: “Non avrebbe mai lasciato Londra se non fosse stato per motivi familiari. Quando ha incontrato i dirigenti del Chelsea si è scusato per la situazione che si era venuta a creare. La società ha capito la situazione e ne ha preso atto”.

STRESS – L’agente ha spiegato che la situazione venutasi a creare sia stata anche fonte di stress per il suo assistito: “Il Real Madrid ha fatto un’offerta. E lui ha avuto l’opportunità di andare in Spagna. Ha sofferto lo stress pensando che l’operazione non potesse andare in porto. Il mio assistito voleva tornare a Madrid per essere vicino ai suoi figli. Se la sua famiglia fosse a Londra tutto sarebbe stato diverso, sarebbe rimasto. Del resto, non c’è motivo di lasciare un club come il Chelsea, dove poteva continuare a vincere titoli. I suoi figli però vivono con la madre a Madrid, sono motivi personali e dobbiamo rispettarli”. Il Chelsea ha capito la situazione e ha facilitato l’accordo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy