Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Agbonlahor, attacco a CR7! “Fossi Rashford, Greenwood o Sancho, avrei paura a tirare in porta perchè lui…”

MANCHESTER, ENGLAND - SEPTEMBER 11: Cristiano Ronaldo of Manchester United looks on during the Premier League match between Manchester United and Newcastle United at Old Trafford on September 11, 2021 in Manchester, England. (Photo by Clive Brunskill/Getty Images)

L'ex attaccante dell'Aston Villa Gabby Agbonlahor sostiene che il portoghese possa essere diventato un problema. In particolare per quanto riguarda i compagni di reparto, che da quando è arrivato il portoghese non sembrano più gli stessi.

Redazione Il Posticipo

Qual è stato l'impatto di Cristiano Ronaldo al Manchester United? Difficile a dirsi, perchè il portoghese continua a segnare e a togliere le castagne dal fuoco ai Red Devils, lo ha fatto con Solskjaer e ha cominciato anche con Rangnick. Ma le sue prestazioni non bastano al club, che si ritrova in una situazione non eccellente. E più di qualcuno comincia a sostenere che le conseguenze negative del ritorno del cinque volte Pallone d'Oro siano più di quelle positive. Dopo il celebre giornalista Jonathan Wilson arriva anche l'ex attaccante dell'Aston Villa Gabby Agbonlahor a sostenere che il portoghese possa essere diventato un problema. In particolare per quanto riguarda i compagni di reparto, che da quando è arrivato il portoghese non sembrano più gli stessi.

BRACCIA ALZATE - Parlando a FootballInsider, l'ex centravanti sottolinea un atteggiamento non proprio collaborativo da parte del lusitano nei confronti dei compagni di squadra. “A me sembra che Ronaldo sia interessato soltanto ai suoi gol. La sua prestazione con il Newcastle è quella di uno che ha messo il muso tutta la partita. Ogni volta alzava le braccia perchè non riusciva ad avere un'occasione. E poi a fine match se n'è andato dal campo con la faccia scura e immagino che ce l'abbia avuta anche dentro lo spogliatoio. Il suo modo di comportarsi non è quello giusto, se fossi Rashford, Greenwood o Sancho, avrei paura a tirare in porta. Ogni volta che ci provano, lui alza le braccia come a dire 'perchè non l'hai passata a me?'". Insomma, non proprio l'atmosfera ideale per fare bene.

PERCHÈ - Al punto che Agbonlahor sospetta che il ritorno stesso del portoghese allo United sia stato negativo, almeno per chi deve trovare spazio attorno a lui. “L'armonia nello spogliatoio non è quella giusta, lo stato di forma di Rashford e Greenwood è crollato da quando è arrivato Ronaldo. Non possono esprimersi, è come se pensassero di continuo 'devo passarla a Ronaldo, devo creare occasioni per lui'. Prima che arrivasse Ronaldo, Greenwood attaccava gli avversari nell'uno contro uno e tirava in porta, ora non lo fa più e alla fine del primo tempo è esausto. Se fossi Rashford, Greenwood o Sancho, mi chiederei: 'ma perchè lo abbiamo portato qui?'". Finchè il cinque volte Pallone d'Oro segna, però, complicato che qualcuno si lamenti troppo...