calcio

Mourinho e la Juventus, odio e amore: dalla “area di 25 metri” al “corso di difesa ad Harvard”

Mourinho e la Juventus, odio e amore: dalla “area di 25 metri” al “corso di difesa ad Harvard” - immagine 1
Josè Mourinho ha sempre avuto un occhio di riguardo nelle sue uscite mediatiche per la Vecchia Signora. Ma in fondo, Mou vede la Juventus come una rivale più che degna.

Redazione Il Posticipo

Rivalità

—  

"Tre dita? I tifosi della Juventus si sono comportati male. E io ho reagito"

Josè Mourinho e la Juventus. Un rapporto di odio e amore. Lo Special one ha stima per molti giocatori, un po' meno per i tifosi e il club. Ruggini risalenti agli anni all'Inter... rinverdite con l'esperienza in giallorosso. Che mou non sia amato a Torino lo dimostra un Juventus - Manchester United di Champions. Red Devils che espugnano lo Stadium e il portoghese, al termine della sfida, mostra tre dita e poi si porta la mano alle orecchie. Caos e spiegazioni.

Difesa

Mourinho e la Juventus, odio e amore: dalla “area di 25 metri” al “corso di difesa ad Harvard”- immagine 2
—  

Chiellini e Bonucci dovrebbero prendere una cattedra ad Harvard e tenere un corso su come si difende.

Prima di una delle investiture sulla possibile vittoria della Champions da parte dei bianconeri, Mou ha infatti regalato dichiarazioni molto concilianti nei confronti della Juventus e in particolare di Chiellini e Bonucci prima del suo incrocio con la Signora nell'Europa che conta. I due, secondo lo Special One, sono dei veri e propri...professori di difesa e potrebbero insegnare a tutti l'arte della protezione della propria porta. Anche se, a volerla leggere diversamente, il portoghese potrebbe aver pronunciato quella frase per sottolineare il fatto che invece i suoi difensori non erano granché.

Flop

Mourinho e la Juventus, odio e amore: dalla “area di 25 metri” al “corso di difesa ad Harvard”- immagine 3
—  

Se la Juve alla fine dovesse vincere l’Europa League sarebbe comunque un flop, perché è una squadra costruita per la Champions.

La Juventus è sempre costruita per vincere, vero. Ma Mourinho sa come toccare i nervi scoperti. E punta sempre sulla  Champions. Nella stagione 2013/14, quando i bianconeri non riescono a passare il girone di Champions League e vengono dirottati in Europa League il tecnico di Setubal non lascia spazio alle interpretazioni. Ovviamente non ha pensato lo stessa cosa quando l'ha vinta con lo United!

Impressione

Mourinho e la Juventus, odio e amore: dalla “area di 25 metri” al “corso di difesa ad Harvard”- immagine 4
—  

Impressionato dalla Juve che può fare il triplete? No, non lo sono. È una squadra che anno dopo anno lavora sempre per migliorare, non posso essere impressionato...

Se c'è qualcosa che Mou e la Juventus hanno decisamente in comune è l'ossessione per la vittoria. E questo il portoghese non può non riconoscerlo ai bianconeri. Quando nel 2017 c'è la possibilità che i bianconeri portino a casa il Triplete vincendo a Cardiff, lo Special One è un po' stizzito, ma sotto sotto è evidente che ci sia almeno un minimo di apprezzamento per il costante lavoro della Signora per essere sempre più competitiva. Che poi Mou possa essere stato felice della sconfitta bianconera. beh, quello è un altro discorso...

Polemica

Mourinho e la Juventus, odio e amore: dalla “area di 25 metri” al “corso di difesa ad Harvard”- immagine 5
—  

C’è una sola area di 25 metri in Italia e non vedo perché dovremmo fare gli struzzi.

Mourinho rispetta l'avversario Juventus, ma meglio non farlo arrabbiare. Il che, puntualmente, accade. Nel 2010 alla Juventus viene concesso un rigore dubbio su Del Piero contro il Genoa e lo Special One non ci sta. Il portoghese comincia a parlare di favori arbitrali, un ritornello che viene ripetuto anche in occasione della celebre tirata sugli "zeru tituli", in cui la Juventus viene accusata di "avere tanti in più a causa di errori dell'arbitro".