Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Advíncula: “Modric ha rifiutato la mia maglietta …”

Il calcio regala soddisfazioni ma anche qualche inaspettato... rifiuto. Ne sa qualcosa Luis Advíncula. Il calciatore del Rayo Vallecano non ha dimenticato uno "sgarbo" di Modric.

Redazione Il Posticipo

Il calcio regala soddisfazioni ma anche qualche inaspettato... rifiuto. Ne sa qualcosa Luis Advíncula. Il calciatore del Rayo Vallecano e della nazionale del Perù non ha dimenticato, come riportato da AS, uno "sgarbo" di Modric.  E ne  ha parlato con Yoshimar Yotún in un live su Instagram organizzato dalla Federazione calcistica peruviana.

COPA AMERICA - I due hanno scherzato a lungo specialmente riguardo alla nazionale. Entrambi sono stati protagonisti delle memorabile sequenza di calci di rigore nella semifinale di Copa America. L'esterno sapeva di non godere di grande... fiducia. "Dopo aver visto che Paolo, Ruidíaz e tu avevate già segnato, credo che tutto il Perù probabilmente voleva uccidersi quando mi hanno visto camminare verso il dischetto per andare a calciare. Sicuramente l'80% della nazione si è coperta gli occhi o qualcuno si è girato dall'altra parte per non vedere. Credo che gli unici a vedere il mio calcio di rigore siano stati i membri della mia famiglia". Non ha fallito. Cinque su cinque dal dischetto e Perù in finale.

MODRIC  - L'esperienza ha rafforzato anche la sua posizione in nazionale, ma lui si schernisce. "Per me gli unici indispensabili nella Selezione siete tu e Paolo Guerrero. Poi, chiunque potrebbe essere assente e non cambierebbe molto". Una umiltà che lo spinge anche a non chiedere le maglie ai giocatori avversari più famosi. La sua peggiore paura è essere respinto. Come è accaduto durante una sfida amichevole giocata contro la Croazia, uscita fra l'altro sconfitta dal match per 2-o. Forse il giocatore del Real era poco incline alle richieste. "Ho chiesto a Modric la sua maglietta, ma lui mi ha detto di no. Mi ha detto che gliela aveva già chiesta Raúl Ruidíaz. Però ho due magliette di James e una di Mbappé. Anche se di solito non mi piace scambiarle perché se mi dicono di no, poi ci resto male".