Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Adrian, da eroe…a Karius: Klopp lo difende, ma il portiere del Liverpool è insultato e minacciato di morte

Strano il destino del Liverpool in Champions. Nel bene o nel male, decidono sempre tutto i portieri. Alisson ha contribuito a vincere una finale, Karius a perderne una. E ora tocca ad Adrian, che nel match che può segnare una stagione sostituisce...

Redazione Il Posticipo

Strano il destino del Liverpool in Champions. Nel bene o nel male, decidono sempre tutto i portieri. L'edizione dello scorso anno finisce in bacheca ad Anfield perchè Klopp acquista Alisson dalla Roma. Il brasiliano salva la qualificazione nel girone chiudendo alla disperata su Milik e nella finalissima aiuta i suoi a tenere il vantaggio contro il Tottenham. Un anno prima era toccato a Loris Karius essere protagonista, ma in negativo. Il tedesco regala due gol al Real Madrid nel match di Kiev e la sua carriera ad altissimi livelli praticamente finisce lì. Nella sconfitta contro l'Atletico, invece, la croce arriva sulle spalle di Adrian, che nel match che vale una stagione sostituisce il brasiliano.

KLOPP - Lo spagnolo, che pure era stato protagonista assoluto la scorsa estate in Supercoppa Europea, fa uno sbaglio su un rinvio che costa davvero caro alla squadra di Klopp. Che, come riporta Eurosport, a fine partita difende il suo portiere, anche memore di come la storia calcistica di Karius sia totalmente cambiata in pochi secondi. "È umano, può sbagliare. Lo sa lui, lo sappiamo noi. Non possiamo dirgli nulla. Oggi è andata così, ma da quando è arrivato ci ha salvato tante di quelle volte... L'ho detto sia a lui che alla squadra. Quando fai questo mestiere, sei soggetto al giudizio della gente. Ma Adrian è adulto e vaccinato, sa quel che deve fare. Lo aiuteremo, ma non ne ha neanche il bisogno".

REAZIONI - Un messaggio importante, che però non viene per nulla condiviso dai tifosi del Liverpool. Che hanno il loro colpevole e gli addossano tutto un risultato che rovina un po' una stagione finora perfetta. Sotto il tweet di Adrian, che promette che i Reds si rialzeranno, arriva di tutto. "Se hai un minimo di coscienza, non giocare mai più per il Liverpool, straccia il contratto. Non vogliamo vederti più", scrive qualcuno. "Devi morire", fa eco qualcun altro. E il mood è condiviso: "Bisognerebbe lapidarlo dopo questa partita". Qualcuno cerca di riportare i compagni di tifo a più miti consigli, spiegando che "chi insulta Adrian non è un tifoso del Liverpool". Ma non serve a molto. Gli insulti continuano. E da eroe a...Karius il passo per lo spagnolo è stato molto breve...