Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Adebayor e la polemica sulla lotta al coronavirus: “Non faccio donazioni. Non sono Eto’o o Drogba, io faccio quello che voglio”

La carriera di Adebayor è piena di gol...e di controversie. E persino il lockdown globale non frena la sua voglia di fare polemica. L'ex Arsenal ha messo in chiaro una volta per tutte quello che ha intenzione di fare per dare una mano alla lotta...

Redazione Il Posticipo

La carriera di Emmanuel Adebayor è piena di gol...e di controversie. Dalla corsa sotto i suoi ex tifosi dell'Arsenal dopo un gol segnato con la maglia del City a diverse polemiche con colleghi e allenatori, il centravanti non è esattamente uno di quelli a cui piace stare lontano dai guai. L'attaccante togolese è attualmente un calciatore dell'Olimpia Asuncion, club con cui ha deciso di tentare l'avventura in Sudamerica. Anche in Paraguay non si è fatto mancare nulla, facendosi espellere per un colpo da karateka in Copa Libertadores. Poi è arrivato il coronavirus e, seppure con qualche difficoltà, Adebayor è tornato in Togo.

DONAZIONI - Ma persino il lockdown globale non frena la sua voglia di fare polemica. Come riporta AS, l'ex Arsenal ha messo in chiaro una volta per tutte quello che ha intenzione di fare per dare una mano alla lotta contro il Covid-19: assolutamente nulla. “Per quelli di voi che dicono che non sto facendo donazioni, ascoltatemi mentre lo dico molto chiaramente: non faccio donazioni. È molto semplice. Faccio quello che voglio e come lo voglio. Tanto ci saranno comunque persone che mi criticheranno". Parole che lasciano poco spazio all'interpretazione. E pazienza se molti se la prenderanno, Adebayor è assolutamente intenzionato a spendere i suoi soldi come meglio crede.

PATRIA - In patria, del resto, non è che le cose vadano meglio. La sua odissea per tornare in Togo, passando per Francia e Benin, ha contribuito a creare una leggenda metropolitana: che sia stato proprio lui, che è transitato in una zona come la Francia colpita dal virus, ad aver introdotto il Covid-19 nel suo paese. Anche qui, il centravanti non la prende benissimo... “Alcune persone pensano che sia stato io a portare il virus a Lomè. È una cosa assurda, ma questo paese è fatto così". E della reazione degli altri, Adebayor si preoccupa ben poco. "Potete fare tutti i paragoni che volete con Drogba o con Eto’o, ma sfortunatamente non sono nessuno dei due. Io sono Emmanuel Sheyi Adebayor e farò sempre quello che voglio". Di certo, nessuno potrà accusarlo di non essere stato chiaro.