Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Addison, la ragazzina calciatrice irlandese che ha avuto la maglia da CR7… aveva pianificato tutto

(Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)

La superammiratrice di Ronaldo è entrata in campo e ha chiesto e ottenuta la maglietta del fuoriclasse portoghese.

Redazione Il Posticipo

Irlanda - Portogallo, la partita che Addison Whelan non dimenticherà mai. La superammiratrice di Ronaldo è entrata in campo e ha chiesto e ottenuta la maglietta del fuoriclasse portoghese. E, come riportato dal Sun, dopo l'impresa si è concessa un giorno di riposo da scuola prima di tornare allo studio e agli allenamenti. Del resto, aveva pianificato tutto...

PIANO - Tutto il mondo ha visto le immagini della piccola Addison correre verso Cristiano Ronaldo. Il fuoriclasse portoghese ha lasciato che la sicurezza non intervenisse e dopo uno scambio di battute con la sua fan gli ha regalato la maglietta. Un sogno che si avvera, ma anche un premio per una strategia studiata sin nei minimi particolari, come svelato dal padre Peter.  "Addison ha lavorato molto per ottenere quella maglietta. Avevamo realizzato un piccolo striscione con il nome di Ronaldo, chiedendo la sua maglia. Ci abbiamo lavorato tutta la giornata prima della partita quando sono tornato dal lavoro. ma non credo il portoghese l'abbia visto.". E a quel punto è scattato... il piano B... Entrare in campo.  "Avevamo acquistato appositamente dei buoni posti, eravamo in seconda fila, vicino alla bandiera d'angolo. Addison a quel punto ha preso la sua decisione ed è corsa in campo. Conifidava nella sua velocità".

MULTA - Del resto, gioca come attaccante. "Addison mi ha raccontato di avere iniziato a urlare il nome di Ronaldo quando ha messo piede sul terreno di gioco. Il portoghese si è girato e ha detto agli steward di lasciarla avvicinare". Il racconto poi è ripreso dalla protagonista. "Tremavo e piangevo per l'emozione. Ho detto a Cristiano che ero una sua grandissima tifosa e gli ho chiesto la maglia. Mi ha detto ok. Quando mio padre ha visto la scena è rimasto scioccato". Anche perché la multa è di 3000 euro. La sicurezza però non è intervenuta quindi non vi sarà alcun prezzo da pagare. "Fortunatamente non dovremo pagare, ma in ogni caso non avrei venduto la maglia per alcun prezzo al mondo. Adesso la farò incorniciare e la appenderò alla parete della mia stanza, in modo da non perderla mai di vista".

CALCIATRICE - La ragazza è diventata famosissima, ma già era molto conosciuta nell'ambiente calcistico della capitale irlandese. Gioca attaccante nello Shelbourne FC e segna valanghe di gol. "Ha solo 11 anni, ma ha già giocato per l'Under 14 segnando un gol da fuori area. È molto conosciuta nel club. Adesso lo Shelbourne vuole che porti la maglia al club e la mostri, ma non sono certo che lo farà".