Addio Joan Román: un calciatore spagnolo cambia nome e diventa…Goku!

Quando si raggiunge la maggiore età, volendo, si può cambiare nome. E i motivi per farlo sono molti. Tra cui la voglia di distinguersi. Quella che certamente non manca allo spagnolo Joan Román, esterno d’attacco che attualmente gioca al Miedz Legnica, in Polonia, ma che ha un passato con il Barcellona B…

di Redazione Il Posticipo

Il proprio nome può essere tante cose: fonte di orgoglio, ma a volte persino di vergogna. Già, perchè solitamente il modo in cui si viene chiamati è imposto, non scelto. Almeno finchè non si raggiunge la maggiore età e, volendo, si può decidere di cambiare. E i motivi per farlo sono molti. Tra cui la voglia di distinguersi. Quella che certamente non manca allo spagnolo Joan Román, esterno d’attacco che attualmente gioca al Miedz Legnica, in Polonia, ma che ha un passato con il Barcellona B. Beh, è arrivata ora di dire addio a Joan, perchè il calciatore iberico, come racconta Goal, ormai…si chiama Goku.

GOKU – Già, proprio come il celebre protagonista di Dragon Ball, che ha accompagnato tanti ragazzi e uomini di oggi durante l’infanzia e l’adolescenza. I motivi di una scelta simile? Li ha spiegati lo stesso Joan Román con una story sul suo profilo Instagram... “Sono grato a Joan per quello che ho vissuto, per tutto quello che di positivo mi ha lasciato. Ma adesso sono Goku. Ho scelto questo nome perché mi sento identificato con ciò che per me rappresenta: perseveranza, empatia, crescita di fronte agli ostacoli, luce e positività. Chiedo solo rispetto, come mi stanno dimostrando tante persone. Sempre in movimento, sempre avanti”.

RITORNO – E Goku (guai a chiamarlo Joan d’ora in poi!) sta effettivamente tenendo già fede al suo nuovo nome, perchè ultimamente i suoi poteri sono…aumentati. Per lui in questo inizio di stagione già tre reti e tre assist in cinque match disputati. Non proprio prestazioni inattese, considerando che oltre al Barcellona il ragazzo ha anche fatto esperienza al Manchester City. In nessuno dei due club, però, è riuscito a dimostrare il suo valore. Ora però, come nella migliori tradizioni, il cambio…di personaggio potrebbe aiutarlo a prendersi la sua rivincita. E chissà che i palloni che spedisce dentro le reti degli avversari…non diventino le sue sfere del drago, a cui chiedere di tornare nel calcio che conta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy