calcio

A Madrid è spuntato il Sol…ari, Courtois è convinto: “È tornata la felicità”

Alla fine della sfida contro il Valladolid, Courtois ha risposto a diverse domande. Consigli a Vinicius, fiducia in Solari e tanta, tanta voglia di lavorare. Le traverse? Tutto sotto controllo.

Redazione Il Posticipo

Thibaut Courtois ha finalmente portato a casa un clean sheet (e una vittoria) dopo un po’ troppo tempo per i suoi standard. Il Real Madrid ha battuto, non troppo comodamente, il Valladolid per due reti a zero. Gli eroi di giornata, fino alla settimana scorsa erano i pezzi pregiati del Real Madrid Castilla, la seconda squadra, ossia Vinicius e Solari. Le nuvole sul cielo madrileno sembrano diradarsi e dopo questi importanti tre punti è stato intervistato il portiere belga che ad AS si è detto soddisfatto e voglioso di lavorare.

LA ROTAZIONE - Parlando delle rotazioni con Keylor Navas, il belga si è detto sereno anche perché consapevole che nei grandi club che hanno diversi ottimi portieri funziona così: ci si alterna. “Appoggio Keylor quando gioca”. Riguardo la situazione complicata vissuta dall’inizio del campionato non si è fatto vedere troppo preoccupato. E rispetto alla situazione di caos interno, Courtois è comunque un giocatore di grande esperienza nonostante sia ancora giovane e di allenatori ne ha...visti andare via parecchi: “Ho avuto esperienze del genere: all’Atletico con Manzano e al Chelsea con Conte. È sempre l’allenatore a pagare ma i colpevoli sono tutti”.

CALMA! - Poi, però, finalmente il portiere parla della luce in fondo al tunnel che si è intravista: “Oggi abbiamo giocato contro una squadra che si difende molto bene, non ci sono partite facili. Dobbiamo continuare a migliorare e ne usciremo. Rispetto al momento con Lopetegui è tornata un po' la felicità in allenamento. Stiamo lavorando bene con Solari, la squadra sta andando bene e ora ci sono due partite difficili fuori casa”. La vittoria è arrivata con un bel clean sheet ma non senza pericoli: “Sulla prima traversa ho toccato la palla, sulla seconda no. In questa stagione comunque anche noi abbiamo avuto molta sfortuna con i pali”.

CHI SEGNA - Chiaramente, non poteva non lasciarsi scucire qualche parola sull’eroe di giornata, Vinicius: “È un ragazzo che ha entusiasmo e voglia di lavorare. Ha tanto talento ma gli consiglio di non dare ascolto alla stampa: abbia auto-critica e ascolti l’allenatore. Credo che fosse emozionato, per un ragazzo come lui di soli 18 anni. Ha quel dribbling, quella velocità e quella capacità di superare le difese. Sono contento per lui e dobbiamo continuare a lavorare”.

Potresti esserti perso