A La Plata è già derby, Maradona attacca subito il “traditore” Veron: “Chi non salta un inglese è”

A La Plata è già derby, Maradona attacca subito il “traditore” Veron: “Chi non salta un inglese è”

Il ritorno di Maradona in Argentina, alla guida del Gimnasia La Plata, ha regalato momenti in puro stile Diego. E il Pibe de Oro si è anche tolto qualche sassolino dalle scarpe. Già, perchè dall’altra parte…della città c’è l’Estudiantes e il presidente della squadra biancorossa è un certo Juan Sebastian Veron…

di Redazione Il Posticipo

Il ritorno di Maradona in Argentina, alla guida del Gimnasia La Plata, ha regalato momenti in puro stile Diego. Il Pibe de Oro è arrivato in campo con un cart di quelli che si usano sui campi da golf, ha creato un entusiasmo indicibile tra i tifosi e…si è tolto qualche sassolino dalle scarpe. Già, perchè dall’altra parte…della città c’è l’Estudiantes e soprattutto c’è un nemico ormai storico. Il presidente della squadra biancorossa è infatti un certo Juan Sebastian Veron. Con cui i rapporti non sono esattamente positivi, come dimostra l’assurdo litigio durante la Partita della Pace 2016, con i due che hanno a lungo battibeccato.

INGLESE – E il Diez non si è fatto attendere, con la prima stilettata pubblica al grande rivale. Uno dei cori lanciati da Maradona, come riporta Olè, è già una nuova hit dei tifosi del Gimnasia. E, strano a dirsi, è dedicato alla Brujita. “Chi non salta un inglese è”. Che può far pensare alla classica inimicizia (eufemismo) sportiva e storica tra Argentina e Regno Unito. Ma che in realtà rappresenta un modo dispregiativo di chiamare Veron. Secondo la leggenda, l’ex Parma e Lazio ha tradito il suo paese andando a giocare nel campionato di Sua Maestà e al mondiale 2002 avrebbe tirato dietro la gamba nello scontro con gli inglesi che poi è costato l’eliminazione all’Albiceleste. E anche quando il Diez è stato CT nel 2010, i due hanno spesso avuto modo di scontrarsi.

RISPOSTA – E Veron che ne pensa? Nei giorni scorsi, sapendo che sarebbe stato tirato in ballo, ha cercato di sdrammatizzare il suo rapporto con Diego parlando di “alti e bassi”, ma ci si sono messi anche di mezzo degli audio di Whatsapp, che si sono rivelati fake, ad aumentare la tensione. Un file in cui un finto Veron sosteneva che l’arrivo di Maradona al Gimnasia “non è divertente, ma una cosa grave” ha fatto il giro del mondo. Poi è stata smentita, ma i risultati…si sono visti alla presentazione. E volendo, ci si è messo anche la Bruja, Veron senior. Che se voleva calmare le acque, non ci è mica riuscito: “Io e mio figlio abbiamo così tante cose belle a cui pensare che non ci concentriamo certo su Maradona o parliamo di lui”. Considerando che proprio le critiche del padre dell’ex centrocampista avevano definitivamente fatto litigare Diego e Veron, non certo il modo migliore di iniziare questo nuovo derby…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy